Cerca

Mamme casalinghe, 93 su 100

non sanno leggere le istruzioni

Mamme casalinghe, 93 su 100

Le mamme italiane, purtroppo, risultano tra le meno informate per quello che concerne la conoscenza e l’educazione alla sicurezza. Questo è quanto è emerso dallo studio sulla “sicurezza domestica 2009”, condotto da Eurisko per indagare la reale consapevolezza delle mamme sulla prevenzione degli incidenti domestici. La ricerca ha rivelato che, sebbene il 63% delle mamme italiane sia interessata a scoprire come identificare prodotti sicuri e certificati, solo poche sanno in realtà distinguere i marchi di certificazione, con solo il 7% in grado di attribuire un significato corretto alla marcatura CE. La scarsa conoscenza della materia, infatti, porta il 44% delle mamme a non prendere in seria considerazione le etichette e i simboli che segnalano un pericolo sugli elettrodomestici. In vetta alle preoccupazioni delle intervistate ci sono, con il 74% la fuga di gas, seguita, a pari merito con il 40%, dallo shock elettrico e dall’incendio, causati dal malfunzionamento degli apparecchi. È interessante notare come l’attitudine al controllo della sicurezza domestica aumenti con l’allargarsi del nucleo familiare. “Il concetto di sicurezza domestica va sicuramente rinforzato, attraverso la giusta educazione e un corretto sistema d’informazioni su quello che può costituire un pericolo e creare gravi danni a persone e cose”, spiega Marcello Manca, amministratore delegato dell’ente indipendente per le certificazione di prodotto Underwriters Laboratories. Il risultato da raggiungere, spiegano gli esperti, è quello di convincere le mamme italiane ad andare oltre alla marcatura e di diffondere, attraverso campagne di sensibilizzazione, i principali accorgimenti che permettono di riconoscere i rischi principali.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog