Cerca

Uccise tre passanti a Milano

Niente scappatoie per Kabobo
Il killer col piccone resta in cella

Il tribunale del riesame respinge la richiesta dei legali dopo la perizia che ne aveva consigliato il trasferimento fuori dal carcere

Niente scappatoie per Kabobo
Il killer col piccone resta in cella

Resterà in carcere Adam Kabobo, il ghanese che lo scorso 11 maggio uccise a colpi di piccone tre passanti a Milano. Lo ha stabilito il tribunale del Riesame al termine dell'udienza in cui si discuteva la perizia psichiatrica secondo cui il killer andava invece trasferito in un ospedale psichiatrico giudiziario. Nella perizia, il medico legale aveva spiegato, in sostanza, che le condizioni psichiatriche del ghanese non sono compatibili con il regime carcerario, ma che è necessario che l’uomo venga collocato in un Opg, dove potrebbe ricevere cure più adeguate. Nei mesi scorsi, tra l’altro, il ghanese aveva anche aggredito un compagno di cella tentando di strangolarlo, in preda a quelle "voci" che disse di aver sentito anche mentre ammazzava tre poveri sconosciuti in quella tragica alba milanese.

I legali di Kabobo, Benedetto Ciccarone e Francesca Colasuonno, nell’udienza dello scorso 27 gennaio avevano ribadito la richiesta che il ghanese venga portato nell’opg di Castiglione delle Stiviere, "luogo di cura e custodia" dove, hanno spiegato, potrebbe essere sottoposto a dei trattamenti per alleviare i sintomi della schizofrenia cronica da cui è affetto. La decisione potrebbe arrivare già in giornata. Richiesta che, oggi, il tribunale del Riesame ha respinto.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • attualità

    16 Aprile 2014 - 11:11

    Mi auguro che' qualche ergastolano lo faccia fuori per il bene dei carcerati !

    Report

    Rispondi

  • stefanoanc64

    01 Febbraio 2014 - 09:09

    Di conoscere cosa ne pensa la ministra congolese all'integrazione, sicuramente si sentirà dispiaciuta. Può sempre fare richiesta di affidamento, se lo porta a casa, e con un'ascia in mano sai quanta legna per il caminetto che le può tagliare....

    Report

    Rispondi

  • thorglobal

    31 Gennaio 2014 - 17:05

    In Italia è stata abolita la pena di morte,perchè dicono che è una pratica disumana,mentrte chi uccide senza movente deve avere la dignità di vivere.OK.Bene.Mettiamo questi assassini e tutti i mafiosi in un solo carcere.Così,nell'ora d'aria,si scanneranno tra di loro.

    Report

    Rispondi

  • bocciatore

    31 Gennaio 2014 - 17:05

    Questa volta stò con voi, per questa bestia mi va bene la galera a vita , però con una palla di ferro al piede e deve pure lavorare per guadagnarsi il vitto e l'alloggio che gli diamo.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog