Cerca

Panico in volo

Milano, allarme ebola a Malpensa: sospetti su un'italiana di 35 anni

Milano, allarme ebola a Malpensa: sospetti su un'italiana di 35 anni

Allarme ebola anche a Malpensa: momenti di terrore allo scalo in provincia di Milano. L'allerta è scattata a bordo del volo della compagnia portoghese Tap 806, in arrivo alle 13.40 nell'aeroporto varesino. Una donna italiana di 35 anni, decollata da Dakar, in Senegal, e imbarcatasi poi a Lisbona, si è sentita male in volo, accusando i sintomi del virus killer. Il comandante, dopo aver contattato la torre di controllo, ha fatto scattare la procedura attivata dal ministero della Salute: dopo l'atterraggio, a bordo del volo è salito un medico nella tuta isolante bianca, i guanti e gli occhiali di protezione, per svolgere i primi controlli. I 125 passeggeri a bordo del volo e i membri dell'equipaggio, nel frattempo, sono stati fatti scendere e accompagnati al Terminal 2 di Malpensa, dove è stato allestito un cordone sanitario per trattare casi simili. Dagli esami medici svolti allo scalo, la donna non sembrerebbe però essere stata colpita da ebola, anche se saranno necessarie altre verifiche.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • ader.gmbh

    13 Settembre 2014 - 14:02

    E' solo questione di tempo ma arriverà . Servirà a poco tranquillizzare gli animi con il vaccino toccasana . Sarà di certo un grosso affare in soldi , questo rifornimento di vaccini ma di dubbio risultato .

    Report

    Rispondi

    • lopri

      02 Ottobre 2014 - 20:08

      Lei ha purtroppo ragione.Nessuno afferma che contro i virus non esistono vaccini poiche' sono essi piu' reattivi,"intelligenti" e mutanti alle azioni dell'uomo. Un banale rinovirus (raffreddore) si "estingue" solo ed esclusivamente per risposta immunologica dell'ospite, il resto e' coadiuvante come per i dentifrici che agiscono solo come cosmetici e niente di piu' ,ma fallo capire al consumatore !

      Report

      Rispondi

  • nick2

    13 Settembre 2014 - 09:09

    Sì, bravi, spiegatemi chi può averle trasmesso il virus, visto che in Senegal si è avuto solo un caso di ebola (un ragazzo della Guinea), fortunatamente risoltosi con la guarigione. Tenete in evidenza le notizie allarmistiche per tre giorni. Quando puntualmente arriva la smentita, la pubblicate per mezz’ora. Perche?

    Report

    Rispondi

  • encol

    13 Settembre 2014 - 08:08

    Tutto ebbe inizio durante il ministero Jervolino. L'oca di allora era addirittura desiderosa di accogliere senza porsi alcun pensiero di come avessero interpretato l'estrema disponibilità dell'Italia. Oggi ne paghiamo le conseguenze. Il male atroce di questo paese è che mandiamo a dirigere personaggi con scarso cervello ma tanta voglia di apparire . Succede anche ora con Le Boldrinate-

    Report

    Rispondi

  • wall

    12 Settembre 2014 - 21:09

    Portatele all'infermeria di Montecitorio li abbiamo il vaccino

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog