Cerca

Il commento

Maurizio Belpietro: "Renzi adesso è in mano alla sinistra Pd"

Maurizio Belpietro: "Renzi adesso è in mano alla sinistra Pd"

Dopo la forzatura di Matteo Renzi su Sergio Mattarella al Quirinale, Forza Italia straccia il patto del Nazareno. E adesso il premier che fa? Il direttore di Libero, Maurizio Belpietro, nell'editoriale di giovedì 5 febbraio 2015, fa il punto della situazione spiegando che "non è vero che ci sono tre forni, come si è scritto in questi giorni: quello di governo, quello delle riforme e quello per il Quirinale". "Forse i tre forni ci sono stati", puntualizza il direttore, "ma oggi Renzi rischia di averne uno solo ed è composto dal suo partito cui si uniscono Sel e un po’ di Cinque Stelle scappati da casa Grillo. Se rompe con il nuovo centrodestra e soprattutto con Forza Italia, il presidente del Consiglio si lega alla solita sinistra, ovvero a chi gli ha messo sin dall’inizio i bastoni fra le ruote per quanto riguarda le riforme e anche per il lavoro. Insomma, Renzi fa il bullo, ma - come ogni buon giocatore d’azzardo - sta bluffando".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • cazafati

    06 Febbraio 2015 - 16:04

    Joe, il cowboy, entra in un saloon sparando qua e là e terrorittando tutti. Un vecchietto lo tira per la camicia e gli sussurra: Joe, ti dò un consiglio, lima il mirino. Joe lo guarda e, seccato, gli chiede: perché? Perché io ero come te e quando mi hanno messo la pistola nel culo quello che mi ha dato più fastidio era il mirino. Chi ha orecchi da intendere, intenda.

    Report

    Rispondi

  • aifide

    05 Febbraio 2015 - 23:11

    Vince? Ma gli italiani votanti non sono mica tutti coglioni e nemmeno la maggioranza................. Se si andasse ad elezioni Renzi stenterebbe a prendere il 20%.

    Report

    Rispondi

    • Franco Pezzali

      22 Febbraio 2015 - 21:09

      Se a votare ci andassero tutti! E per quanto riguarda i coglioni, non lo sono tutti, ma certamente tanti......tanti, troppi.

      Report

      Rispondi

  • Italotrend

    05 Febbraio 2015 - 20:08

    La cosa che temo? Che Renzi, se va da solo al voto, vince. Le opposizioni (e quindi non parlo più di centrodestra) devono unirsi, anche con Grillo. Sennò non c'è trippa per gatti! Questo potrebbe comportare l'abdicazione di Silvio (M5S non lo vuole), uno choc, ma sennò che fare?

    Report

    Rispondi

    • pinux3

      06 Febbraio 2015 - 09:09

      E come no, già ci sono problemi (per usare un eufemismo) tra la leadership di Salvini e quella di Berlusconi, figuriamoci se nel calderone ci mettiamo pure Grillo... Mi sa che a voi destri vi aspettino, minimo, dieci anni di rosicamenti...

      Report

      Rispondi

      • PACCHE

        06 Febbraio 2015 - 10:10

        Ti sei rifatto la dentiera ora e ti è toccato diventare democristiano, sei diventato un fan di mattarella e hai il coraggio di parlare?

        Report

        Rispondi

  • mimabel64

    05 Febbraio 2015 - 19:07

    Ma il tuo famoso Killer che fine ha fatto?

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog