Cerca

L'aneddoto

Kyenge, la sorella "leghista" del ministro nero

Quella volta in cui Kapya si rivolse al Carroccio per sfrattare dei marocchini

4 Maggio 2013

11
Kapya Kyenge

Kapya Kyenge

Tutto è possibile. Anche che il neo-ministro per l'Integrazione, Cècile Kyenge - che poche tra le sue priorità ha citato l'introduzione dello ius soli - abbia una sorella leghista. A dare notizia dell'aneddoto è stata Linkiesta, che racconta di quando Kapya Kyenge si rivolse alla Lega Nord di Pesaro per liberare la sua casa popolare occupata abusivamente di una famiglia marocchina. "L'idea di rivolgermi alla Lega - spiegava la sorella del ministro - mi è venuta guardando uno dei manifesti con l'indiano chiuso nelle riserve. Ho pensato che c'era della verità". Che ne pensa Cècile? 

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • gianko

    08 Maggio 2013 - 11:11

    a parte il fatto che la ministra ha 34 fratelli .. (bel modello per l'Italia europea e cattolica) che ci sia una sorella che la pensa diversamente dalla 'buonista PRO DOMO SUA* non ti entra nella capoccia? tu leggi nel pensiero? "Vuole fare fuori i marocchini per fare spazio ai congolesi" te l'ha confessato lei? ma vedi di andare a c...!

    Report

    Rispondi

  • pinco

    05 Maggio 2013 - 21:09

    La conosco anch'io la sorella leghista della ministra Kienge. Ero presente all'ultimo raduno di Pontida. E,sotto il palco, davanti a Maroni e alla Rosi mauro, c'era una negra che gridava: forza lega, via i teroni dalla Padania! Forza lega, fuori i musulmani dalla Padania! Forza lega, fuori gli Svizzeri dalla Padania! E io le ho chiesto: perché proprio gli svizzeri? Lei mi ha risposto: perchè sono extracomunitari! Dalla risposta ho capito subito che doveva avere qualche parente in politica!

    Report

    Rispondi

  • gitex

    05 Maggio 2013 - 19:07

    se questa notizia sará riportata anche dal FQ e dai giornali "sinistri"

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

media