Cerca

Addio elezioni in autunno

A questo punto è sicuro:
si voterà nel 2013, non prima

Programmare le primarie in autunno significa attrezzarsi per una campagna elettorale che scatterà a gennaio, in vista del voto ad aprile/maggio

L'annuncio di primarie in autunno per la scelta del candidato premier del Pdl sottende un messaggio a elettori e membri del partito: basta con questa storia delle elezioni in autunno. Si vota nel 2013, alla naturale scadenza della legislatura (Pd permettendo). E' una questione di tempi: decidere di scegliere il candidato a settembre (ma più verosimilmente tra ottobre e novembre) significa attrezzarsi per una campagna elettorale che scatterà a inizio del prossimo anno in vista del voto ad aprile/maggio. In questo senso, l'annuncio delle primarie produce due effetti positivi per i vertici del Pdl: mettere fine alle spinte di coloro che in buona fede o per ritorno mediatico e di immediato consenso dell'elettorato, nelle ultime settimane hanno strillato la necessità di mollare Monti  e il suo governo tecnico il prima possibile per andare al voto dopo l'estate. Mandare all'elettorato un messaggio altrettanto forte: capiamo le difficoltà vostre e dell'Italia, ma prima del 2013 la spina a Monti non la possiamo togliere. In compenso, vi lasciamo la possibilità di scegliere chi, votandoci, manderete a governarvi.

roma

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • samuel80

    09 Giugno 2012 - 19:07

    piantala, stai diventando, oltre al resto, anche patetico. Mi fai pena....

    Report

    Rispondi

  • blu521

    09 Giugno 2012 - 18:06

    Ieri il nano era sicurissimo: ottobre 2012.

    Report

    Rispondi

blog