Cerca

lettere al direttore

News da Radio 105

ascolta ora

Radio 105

Le vacanze della Casta

Se anche Monti porta i soldi in Svizzera

Il premier abbandona Porto Recanati: passerà una settimana a Sankt Moritz. E intanto il nostro turismo ha un calo del 29%...

Se anche Monti porta i soldi in Svizzera

di Giuliano Zulin

Chi si aspettava un agosto di fuoco può star fresco. La tempesta finanziaria, grazie alle parole e alle promesse di Mario Draghi, è stata rinviata. A settembre. E così l’altro Mario, Monti,  chiuso il consiglio dei ministri venerdì sera a Roma, è  partito per le agognate ferie. Ovviamente, essendo un Prof, ha dato i compiti anche ai ministri: quando ci ritroveremo il 24 agosto dovrete portare sul tavolo  «una riflessione, in   particolare sulle misure per la crescita». Il premier si aspetta   che ogni singolo dicastero produca, per la sua parte, dossier in   materia. Buone vacanze e via allora, verso Sankt Moritz, la prestigiosa località svizzera. Tradotto: il capo del governo che dice di sudare le sette camicie per «mettere in sicurezza il Paese» porta i soldi fuori confine. Gli ultimi tre weekend li ha trascorsi   nella villa di famiglia a Solcio di Lesa, sul lago Maggiore, dove la moglie Elsa Antonioli ha una residenza. Ma per la settimana di Ferragosto si «nasconderà» in un paesino vicino alla perla dell’Engadina, dove un caffè costa intorno ai 4 euro.  

Eppure ai colleghi di governo aveva raccomandato di andare a riposare in località a non più di un’ora di volo da Roma. Per questo Vittorio Grilli, tirolare dell’Economia, va in Sardegna, mentre Corrado Passera, responsabile dello Sviluppo, rimane a Sabaudia (anche se martedì è convocato il tavolo per il caos WindJet). Molti altri ministri preferiscono la montagna, come la Severino che sceglie Cortina. Tutti in Italia, però. E perché l’uomo della provvidenza, chiamato a risollevare le sorti dello spread e del Pil, non fa lavorare un albergo italiano?  

Fino a pochi giorni fa erano salite le quotazioni di Porto Recanati nelle Marche, dove Monti ha trascorso la vacanze nel 2011: ci sono stati giorni fa i suoi due figli, ma hanno anticipato la partenza per il troppo clamore, rivela la Stampa. Anche sul lago Maggiore la sua presenza non è passata inosservata nonostante le sue uscite «a sorpresa»: il 21 luglio ha fatto una passeggiata sul lungolago di Lesa e poi a messa, il 28 luglio è stato ad Arona con la moglie per un aperitivo e un salto dal calzolaio. Mentre domenica scorsa ha partecipato alla messa in collegiata con tanta discrezione ma un sacerdote  si è accorto della sua presenza, dandone notizia su Facebook. Da qui, per evitare bagni di folla (improbabili) o insulti (più prevedibili dopo il recente aumento delle accise sulla benzina) la scelta di Sankt Moritz. 

Solo una settimana fa i dati sul turismo descrivevano un agosto avaro per le partenze degli italiani, alle prese con la crisi economica. Federalberghi segnalava infatti un crollo del 29,5% rispetto allo stesso mese del 2011. In questo periodo partiranno 15,4 milioni di nostri connazionali, contro i 21,9 dell’anno scorso. Federalberghi evidenziava anche un calo nel giro d’affari complessivo dell’estate del 22%. Una vera e propria Caporetto. Non poteva dunque il presidente del Consiglio recarsi in una delle centinaia di luoghi di villeggiatura italiani? C’è l’Alto Adige con rinomati posti dove rilassarsi, il Trentino, il Veneto, il Piemonte, la Valle d’Aosta, il Friuli... I nomi li conosciamo tutti. I comfort non mancano, i paesaggi nemmeno. Anche la cucina è fra le migliori al mondo. Perfino Angela Merkel sta terminando le vacanze in Italia, seppur nella parte più tedesca del Belpaese, il «suo» Sud Tirolo. Il Papa, addirittura un Pontefice germanico, trascorre le sue settimane di relax in Italia. Monti invece no, preferisce arricchire gli svizzeri: ovviamente è una scelta legittima, ma singolare. Il Pil può dipendere anche dal suo soggiorno. 

Il premier tuttavia farà solo una settimana di ferie, visto che domenica prossima, il 19, è atteso a Rimini per l’apertura del meeting  di Cl. Rientrerà quindi a Roma il giorno dopo, il 20, in attesa del Consiglio dei ministri del 24. Questo è il programma. «Ho solo sei giorni di vacanza e spero non saltino», piangeva il Prof nella famosa intervista allo Spiegel. Ma può stare tranquillo, ci ha pensato Draghi a salvare le sue vacanze.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • mrfabio64

    15 August 2012 - 14:02

    EVASORE SI'... ma con tanto di delega del presidente NAPOLITANO... delega ad evadere il fisco intestando le sue case alla fondazione goldman sacks che non paga l'imu e ha portare i suoi cash in svizzera colla scusa delle ferie a san moritz... deleghe conferitegli dal nostro amato presidente napolitano, socio al 50% con lui.

    Rispondi

  • imahfu

    15 August 2012 - 00:12

    Qui si gioca sulle parole a doppio senso:''anche Monti porta i soldi all'estero''. Non é corretto, né leale. Lago Maggiore e Svizzera sono a due passi. Non vedo perché avrebbe dovuto rinunciare (non é un poveretto). Saint Moritz, quando abitavo nelle vicinanze era una mia meta frequente. Esportavo il prezzo di un caffé...

    Rispondi

  • dariuciu

    14 August 2012 - 08:08

    Probabilmente sta seguendo le orme di Nietzsche occorrera ricordargli che il Superuomo era un concetto filosofico e non bancario e che il grande filosofo ha terminato la sua esistenza in un manicomio .....speriamo

    Rispondi

  • loryyyyy

    13 August 2012 - 19:07

    MONTI "il 21 luglio ha fatto una passeggiata sul lungolago di Lesa e poi a MESSA..."(?)Per fortuna che il Signore IDDIO (IN CUI, STANDO ALLA REALTA' DEI LORO COMPORTAMENTI, SEMBRA CHE FACCIANO SOLO FINTA DI CREDERE) NON SI FA INGANNARE da una messa in più. I POLITICI (almeno quelli che hanno governato l’Italia dagli anni 70 in poi) SONO PERSONE CHE HANNO SULLA COSCIENZA UNO SQUILIBRIO SOCIALE IMMENSO, CHE ,PUR DI MANTENERE IL LORO POTERE , LA LORO RICCHEZZA,IMPRIMONO ANCORA OGGI, ATTRAVERSO UNA ILLEGITTIMA PRESSIONE FISCALE, INGIUSTE SOFFERENZE AD UN INTERO POPOLO; SOFFERENZE CHE A VOLTE INDUCONO ADDIRITTURA ALCUNI AL SUICIDIO... MA LORO NON HANNO PIETA', ALTRIMENTI PIÙ CHE ANDARE A MESSA RIMEDIEREBBERO AL MALE FATTO....(mah! . QUINDI IN CONCLUSIONE, PER LORO: la messa serve per...il pubblico; il BILDERBERG PER IL PRIVATO.... LA COSCIENZA...?CHI SE NE FREGA!!! E' UN OPTIONAL, UNA PELLECCHIA che rivoltano a loro piacimento; TANTO POI, CHI SA SE ESISTE DAVVERO L'INFERNO!

    Rispondi

Mostra altri commenti

blog