Cerca

Berlusconi quater

Silvio candidato premier
A convincerlo sarà Confalonieri

Il presidente di Mediaset primo sponsor del ritorno in campo del Cavaliere: non presentarsi sarebbe una fuga

Silvio candidato premier
A convincerlo sarà Confalonieri

Il partito sta a guardare col fiato sospeso. Gli elettori attendono con ansia. Ma il Cavaliere, dopo le notizie che alcune settimane fa lo davano per certo sfidante sul ring delle politiche 2013, non ha ancora sciolto la riserva. Certo, mai lo avrebbe fatto in agosto, quando tutti ma proprio tutti hanno in testa una cosa soltanto: le vacanze. Ma il mese ormai è agli sgoccioli e a giorni (col primo Consiglio dei ministri in calendario venerdì) la politica riattaccherà la spina. Il semplice annuncio di un ritorno in campo di Berlusconi aveva spinto il Pdl al 20% e una sua rinuncia avrebbe a questo punto un effetto devastante sulla tenuta elettorale del partito. Ma l'ex premier non ha mai detto apertamente di voler correre per un Berlusconi-quater. E così tutti restano in attesa.

Tra gli sponsor più attivi del Berlusconi-candidato, rivela oggi La Stampa, ci sarebbe nientemeno che Fedele Confalonieri. L'impressione degli analisti, tempo fa, era che Mediaset potesse non gradire un ritorno del Cavaliere nell'agone politico, per gli effetti negativi sull'immagine del gruppo e sul valore dei titoli, che una eventuale sconfitta avrebbe avuto. Ma, proprio in questi giorni, sarebbe stato il numero uno di Cologno Monzese in persona a confidare a un amico la sua assoluta convinzione sulla candidatura di Berlusconi. Il senso del ragionamento è questo: dopo tutto quanto ha costruito nella sua vita, sarebbe un peccato se Silvio concludesse la sua parabola politica e umana con un ritiro dalla lotta. Sembrerebbe una fuga sull'onda dello spread e pure del bunga bunga. Invece, secondo Confalonieri, Berlusconi può ancora farcela; se non a vincere, a riportare in Parlamento gran parte del patrimonio elettorale, per continuare a dire la sua con voce autorevole, male che vada da leader dell'opposizione. Veste nella quale, tra parentesi, ha sempre strappato per le aziende di famiglia il massimo dei benefici. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • imahfu

    23 Agosto 2012 - 23:11

    Con De Gaulle: vieillesse quel desastre

    Report

    Rispondi

  • pi.bo42

    23 Agosto 2012 - 18:06

    Cioè il presidente di Mediaset e consigliere di amministrazione della Mondadori. Per carità, però, non parliamo di conflitto di interessi!

    Report

    Rispondi

  • TheUndertaker

    23 Agosto 2012 - 17:05

    L'ultima frase dell'articolo è illuminante: "Veste nella quale, tra parentesi, ha sempre strappato per le aziende di famiglia il massimo dei benefici". Se la leggessimo sul Fattoquotidiano la interpreteremmo, giustamente, come la peggiore accusa che si possa fare ad un politico: utilizzare la propria carica per favorire i propri affari personali. Accusa che, se provata, dovrebbe in un paese civile comportare le immediate dimissioni e la perpetua ineleggibilità. Il leggere tale frase su un giornale completamente schierato a favore del soggetto fa pensare, una svista? O un'abile sotterfugio? Io me la spiego così: che B. abbia sempre utilizzato il suo potere politico per farsi i propri affari è talmente evidente a tutti che stare a negarlo porterebbe ad una situazione dialetticamente insostenibile. Allora meglio affermarlo seraficamente, suggerendo che nel suo caso sia cosa buona e giusta. A riprova, mi aspetto il coro degli adoratori: bravo Silvio difenditi da quei cattivi comunisti!

    Report

    Rispondi

  • TheUndertaker

    23 Agosto 2012 - 11:11

    Il presidente Mediaset primo sponsor del ritorno in campo del cavaliere: "Silvio, gli affari non vanno granché bene, ci serve qualche nuova legge ad hoc." Silvio:"Ok, mi ricandido, ghe pensi mi" Popolo adorante:"Vai Silvio, prima di tutto le tue ricchezze, e poi, se ne avanza, qualche briciola per noi che ti votiamo, ma l'importante e che non ci tolga la De Filippi!"

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog