Cerca

La ricostruzione

Lo spread, le risate, la fine:
un anno fa arrivava Monti

Tremonti cercava la sponda col Fmi, Silvio nella Bce. Poi è arrivato il governo tecnico. E addio democrazia
Mario Monti

Mario Monti

 

"Un’estate di agonia, e poche ore per finire spazzato. Il governo Berlusconi un anno fa franava sotto i colpi dello spread, dell’inconsistenza politica e di un Napolitano in versione iperpresidenziale. Ma per spiegare i moti convulsi di quei giorni, e ciò che li ha determinati, occorre un passo indietro. La fine del Cavaliere inizia nel luglio 2011. Non c’entrano Casoria, Noemi, Ruby, Fini, Scilipoti, i giudici. Nei primi giorni del mese parte la grande fuga dai titoli di Stato italiani: la crisi di sistema dell’area euro, minata dal disastro greco, si estende alla periferia: Irlanda, Portogallo, Spagna e, appunto, Italia. È l’estate che nasce col dibattito sulla riforma fiscale e si chiude con quattro, cinque manovre correttive, la cui già labile credibilità è falciata dai mercati. Esplodono le frizioni tra Silvio Berlusconi (indebolito dalle amministrative e dagli scandali personali) e il superministro Giulio Tremonti. La spaccatura tra i due, che contribuisce a fare del caso italiano in quei giorni il banco di prova dell’euro, è la chiave di lettura che può guidare una ricognizione sui mesi finali, conclusi dall’arrivo a Palazzo Chigi lo «strano governo» di Mario Monti", spiega Martino Cervo su Libero di venerdì 9 novembre. Oggi, un libro dell'editorialista del Sole 24 Ore, Carlo Bastasin, riapre un mistero sull'estate del dramma finanziario. Silvio Berlusconi cercava l'intesa con Mario Draghi, mentre quello che era l'antagonista del momento, Giulio Tremonti, la cercava con Christine Lagarde, la numero uno del Fondo monetario internazionale. Il punto è che l'arrivo del programma del Fmi in Italia avrebbe avuto conseguenze poltiche e, di fatto, aperto a un governo di grande coalizione guidato dallo stesso Tremonti. In quel contesto, invece, Berlusconi cercava la sponda con la Bce, l'istituto centrale di Francoforte che, a differenza del Fmi, sarebbe potuto intervenire dietro alle quinte. Proprio 365 giorni fa , dopo lo spread e le risate di Merkel e Sarkozy, Mario Monti venviva nominato senatore a vita...

Leggi l'approfondimento di Martino Cervo su Libero di venerdì 9 novembre

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Kallianos

    22 Febbraio 2015 - 18:06

    Mario Monti è un oscuro individuo che ha mianto la vita degli italiani. Ci ha spinti verso una condizione di povertà irrisolvibile con i criteri e i modi della democrazia. Era questo il compito assegnatogli dal Club Bilderberg, assecondato da Napolitano e continuato da Renzi, un bulletto tutta chiacchiera e pochi fatti.

    Report

    Rispondi

  • Phidry Hiellie

    18 Novembre 2012 - 11:11

    ....Lei Sig. Enio Rossi, le vicende degl'ultimi tempi la dicono lunga sul livello del QI della sinistra intelettuale italiana, cio è praticamente nulla, vero esercito di auto lesionisti sadomaso, i miei cani hanno un QI più elevato.....

    Report

    Rispondi

  • enio rossi

    12 Novembre 2012 - 20:08

    Sono d'accordo totalmente con il post #9 "no a Berlusconi". Io ho dovuto chiudere la mia attività e licenziare 6 operai (che erano anche amici) per trasferire tutto in Serbia. Mi secca un pò ma se i miei collaboratori (in gran parte di sinistra) sono contenti, gioisco con loro. Parafrasando Ferrini, non capisco ma mi adeguo

    Report

    Rispondi

  • geisser

    12 Novembre 2012 - 19:07

    Oggi avresti l'arrapato cronico o satiro senile , ed in più tutti i disastri che hai descritto perchè Il governo Monti è responsabile di pochissime fra queste cose.Se i Riva lasciano che l'Ilva comperata per un tozzo di pane dallo Stato avveleni tutta Taranto ed un magistrato li blocca , cosa c'entra Monti ?, e così se gli Agnelli hanno deciso di fare le valigie ? Che le avrebbero fatte in ogni caso ?Berlu durante i suoi mandati è riuscito a tagliare i costi alla politica ?NO , Brunetta a fare lavorare gli statali ? NO . Come vedi la fuffa sta ben prima di Monti.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog