Cerca

Cicciolina

Si fa un partito: "Nozze lesbo in chiesa e un impiego pubblico per tutto"

Ilona in politica con il compagno, Luca Di Carlo: "Né di centro, né di destra, né di sinistra. Noi stiamo sopra"

Ilona Staller

Ilona Staller

 

Chi crede che il volto "nuovo" della politica italiana sia solo il faccione barbuto di Beppe Grillo non ha fatto i conti con Ilona Staller, meglio nota al grande pubblico come Cicciolina. L'ex attrice hard di origini ungheresi - già parlamentare - ha fondato e presentato al pubblico un movimento politico, Dna (Democrazia, Natura, Amore). Partener nell'avventura è il suo partner nella vita, l'avvocato Luca Di Carlo, nome assurto all'onore delle cronache quando in estate è circolata la voce che fosse il coprotagonista del presunto film porno di Nicole Minetti.

Intenti politici - Stando ai fondatori, Dna dovrebbe essere roba forte. "Per la prima volta nella storia dei partiti - si legge nel comunicato di presentazione - il partito invece di uno ha a due presidenti". Cioè la Staller e il compagno. Per chi si chiedesse qual è il posizionamento politico del movimento, la risposta è questa: "Non è nè di destra, nè di sinistra, nè di centro, è al di sopra". Per quanto riguarda la campagna elettorale, i due presidenti hanno le idee chiare: "Pensiamo di spendere non più di centomila euro - dicono - punteremo tutto su Facebook perché consideriamo i siti internet ormai obsoleti”.

Il programma - In cima all'agenda del Dna c'è la crisi: Cicciolina punta all'abbattimento dei costi della politica e alla diminuzione delle tasse. Ma non solo: il movimento vuole dividere tra la popolazione gli impieghi pubblici per evitare "che in certe famiglie padre, madre e figlio sono tutti impiegati pubblici - mentre - ci sono invece famiglie che non hanno nessun impiego pubblico". E poi costringere i medici a scegliere se operare in strutture pubbliche o private, nonchè rivedere le tariffe dei pedaggi delle autostrade. In tema di diritti civili, l'intenzione è portare "i matrimoni gay e lesbo in chiesa".

I precedenti di Ilona - Dopo una giovanile avventura nel Partito del Sole, la Staller fu eletta alla Camera dei Deputati nel 1987 con i Radicali (esperienza  per la quale ha maturato il vitalizio parlamentare). Quattro anni dopo ci ha riprovato con il Partito dell'Amore, ma senza successo. Nel 2002 tentò il salto nella politica ungherese, ma non ebbe successo neanche nel Paese natale. L'ultima avventura politica risale alla primavera scors, quando l'ex attrice si è candidata a sindaco

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • pantera54321

    03 Aprile 2015 - 15:03

    Torna nel tuo Paese !!!!!!!!!!!

    Report

    Rispondi

  • 19gig50

    10 Novembre 2012 - 13:01

    Con lui sotto, cioè a smorza-candela.

    Report

    Rispondi

  • rexrixray

    10 Novembre 2012 - 11:11

    Faccia quel che vuole ma si sopsi a casa sua! Non siamo disposti a cambiare una virgola di quello in cui crediamo. E' avvertita. E' libera di fare quel che vuole, ma vogliamo rispetto. Si faccia la sua chiesa e faccia il suo stato gay o lesbo di sposati e sodomiti.

    Report

    Rispondi

  • ludvig53

    10 Novembre 2012 - 09:09

    più che complimenti alla sig.ra staller dovrebbe farli al chirurgo,ma non mi meraviglia la cosa detta da una personcina che ammira una personcina che con la pensioncina da ex deputato ha fatto agli italiani quello che hanno fatto a lei per parecchi anni(mi sono spiegato?) ma lei per metterlo in quel posto a bagnasco vorrebbe metterlo in quel posto a tutti gli italiani ? se abbiamo bisogno di un'ungherese simile, mi sa che meritiamo veramente di diventare maggiordomi della merkel.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog