Cerca

A carte coperte

Berlusconi fa la corsa su Bersani: "Se vince lui farò qualcosa"

Cav stizzito con Alfano: "La battuta su Scalfari poteva risparmiarsela". Con Renzi sarà rinnovamento, altrimenti...

Berlusconi fa la corsa su Bersani: "Se vince lui farò qualcosa"

 

di Salvatore Dama

«Quel paragone poteva anche risparmiarselo...». Raccontano di un Silvio Berlusconi contrariato per la similitude trovata da Angelino Alfano («È il fondatore, il nostro Eugenio Scalfari»). In effetti tutto ciò che orbita intorno al Gruppo Espresso è terreno minato. E il Cavaliere si è infastidito nel sertirsi accostato, in tv, a chi «mi ha depredato di cinquecento milioni di euro». Ma per il momento l’ex presidente del Consiglio ha deciso di lasciar fare al segretario del Pdl. Eviterà di rintuzzarlo a ogni passo. Berlusconi ha rinviato ogni decisione sul suo futuro in politica - disimpegno o ri-discesa in campo - a dopo le primarie del Partito democratico. Quando conoscerà il profilo dell’alter ego, deciderà il da farsi. Se dovesse vincere Matteo Renzi si innesterà una spinta verso il ricambio generale della politica e Silvio non ha intenzione di respingere la new wave. Potrebbe essere la motivazione che gli manca per lasciare definitivamente campo ad Angelino Alfano dedicandosi al Milan («È un disastro, me ne devo occupare personalmente») e alla propria recente infatuazione per l’Africa. Ovvio: giudici e sentenze permettendo. Se invece dovesse prevalere la vecchia guardia democratica, allora l’ex premier si scrollerebbe di dosso la sensazione di essere modernariato politico: Pier Luigi Bersani è più vintage di lui. Silvio, nel qual caso,  ha in testa l’idea di ricostruire il centrodestra a prescindere dal Pdl («Se lo tengano Angelino e gli ex An») con la fondazione di nuove liste: anche ieri, ad Arcore, ha continuato a visionare curricula di imprenditori, manager, professioni. Le famose facce nuove. 


Leggi l'articolo integrale di Salvatore Dama
su Libero in edicola oggi, martedì 13 novembre

 

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • ciannosecco

    14 Novembre 2012 - 19:07

    Ci sono i filmati su youtube,video canta.Eravate felici che Berlusconi si fosse dimesso e aspettavate la certa vittoria del centrosinistra.Come hai potuto verificare,il centrosinistra non ha vinto e stiamo molto peggio di quando c'era Silvio.Questi sono i fatti,il resto sono solo pugnette.

    Report

    Rispondi

  • manuelebonbon

    14 Novembre 2012 - 08:08

    Il 12 nov 2011 fu semplicemente l'apoteosi della manifesta incapacità di berlusconi e della banda di servi incapaci che ha eletto al governo del Paese. Che poi siano seguite tasse, ingiustizia e miseria per "quasi" tutti era inevitabile visto che il tuo cav. pompetta per 10 e passa anni ha pensato solo a farsi i ca@@i propri. Giusto quindi aver festeggiato quando si è dimesso, e più giusto ancora festeggiare quando si leverà dalle palle per sempre!!! E sarai contento anche tu perché ti libererai (come me e molti altri) da un ossessione: l'inesauribile e inesausta pompetta di Piselloni da Arcore !

    Report

    Rispondi

  • pinux3

    13 Novembre 2012 - 19:07

    Ormai ci sei rimasto solo tu a credere (o a fingere di credere...) a certe cose...

    Report

    Rispondi

  • pinux3

    13 Novembre 2012 - 19:07

    ...di chi non si vuol rassegnare al fatto che il suo tempo è passato...

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog