Cerca

La riforma

Governo, ecco il piano per il lavoro di Renzi

Governo, ecco il piano per il lavoro di Renzi

Matteo Renzi comincia a preparare la sua riforma del lavoro. L'approvazione del Job Act subirà un'accelerazione e dopo i dati sulla disoccupazione alle stelle, Renzi vuole assolutamente mettere mano ai sussidi per chi è senza lavoro. Della faccenda si sta occupando il ministro del Lavoro Giuliano Poletti. Il programma del ministro si chiama Naspi. Un sussidio di disoccupazione universale, destinato a tutti coloro che perdono il posto. Tutti. Compresi i meno protetti tra i precari: i collaboratori a progetto, oggi fuori da quasi tutti i sostegni. Un assegno da 1000 euro per chi ha perso il posto di lavoro. E' questa in sintesi la riforma che il governo si appresta a varare. 

Il piano - Il piano nel dettaglio è stato elaborato dal politologo Stefano Sacchi e fatto proprio prima dalla segreteria del Pd, poi diventato base di discussione per il governo. Costerà 1,6 miliardi in più di quanto oggi si spende per i sussidi, dunque 8,8 miliardi in tutto. Secondo le previsioni del governo il piano assicurerà protezione anche a quel milione e 200 mila lavoratori, ora per diversi motivi totalmente senza rete, in caso di disoccupazione. E potrebbe essere finanziata con uno spostamento di risorse dalla Cig in deroga, che vale 2,5-3 miliardi annui. Il dossier sarà esaminato nei prossimi giorni anche da Giuliano Poletti. "Ne parlerò con il ministro", conferma Filippo Taddei, responsabile economia del Pd. "È il piano più ragionevole di tutti, perché include anche gli atipici. E siamo fiduciosi che possa diventare il piano del governo". Per ottenere il sussidio bisognerà aver lavorato tre mesi, non più necessari i due anni contributivi. Il piano sarà presentato dal governo entro quindici giorni. 

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • dadorso65

    18 Aprile 2014 - 19:07

    ma stiamo scherzando... invece di calare le tasse per fare ripartire l' economia, e cioè torno a ripeterlo ; soldi in tasca=consumi =produzione= posti dilavoro = gente in più che paga le GIUSTE TASSE , questi cosa fanno ? Vogliono regalare soldi ad alcuni a scapito di altri sicuramente. Ma perchè nessuno ha capito la vera ricetta anticrisi ??

    Report

    Rispondi

  • babbone

    18 Aprile 2014 - 19:07

    Radio scarpa è sempre acceso.

    Report

    Rispondi

  • nebokid

    03 Aprile 2014 - 09:09

    Ma i piccoli artigiani e commercianti che chiudono e non trovano lavoro ne avranno diritto? o sarà per i soliti protetti portatori di voti ?

    Report

    Rispondi

  • fbartolom

    07 Marzo 2014 - 11:11

    Avrebbe un senso se servisse a snellire la pubblica amministrazione. Mille euro al dirigente inutile e via. Ce ne sarebbe anche per assumere risparmiando anche qualche giovane competente!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog