Cerca

Turbolenze nel centrodestra

Maroni ce l'ha con La Russa
"Noi mai Fratelli d'Italia"

Maroni ce l'ha con La Russa
"Noi mai Fratelli d'Italia"

Dopo il botta e risposta sul candidato premier ("Potrebbe essere Alfano" aveva detto Berlusconi, "Ma noi preferiamo Tremonti" aveva replicato Maroni), tra Pdl e Lega scoppia la "grana" Fratelli d'Italia. No, La Russa e i suoi non c'entrano: è il nome che non va. almeno, stando a sentire quanto dice il segratario federale Roberto Maroni. Che, a poche ore dall'annuncio dell'intesa col Cav si trova il problema di placare l'ira di una parte della sua base, delusa dall'accordo con un partito che ha fino a poche settimane fa sostenuto il governo Monti ("Mai con Monti e mai con chi è stato con lui" aveva giurato Bobo poco tempo fa). E allora, ecco che il successore di Bossi si inalbera sul nome del partito targato La Russa-Crosetto-Meloni: "O cambiano nome o non ho intenzione di correre insieme a loro, con quel nome che ricalca il titolo dell'inno di Mameli" avrebbe detto Maroni durante il consiglio federale leghista che oggi, in via Bellerio, ha ratificato l'intesa elettorale col Pdl. "Cambino nome per la sfida in Lombardia - avrebbe detto Bobo - ad esempio optando per il solo 'Centrodestra nazionale' o mutandolo in un 'Fratelli di Lombardia'. In caso contrario, valuteremo il da farsi".

Incredulo Ignazio La Russa: "Sarà uno scherzo, non posso credere che chi ha sempre stretto accordi di ogni genere con un partito che si chiamava Forza Italia oggi abbia problemi con il nascente partito Fratelli d'Italia. A meno che non tema la concorrenza sui temi caldi della trasparenza, della sicurezza e dell'affidabilità nel 'no alla sinistrà. Fratelli d’Italia peraltro - puntualizza La Russa - non ha ancora deciso se appoggiare Maroni e non lo farà senza previo accordo  sul programma. La nostra eventuale candidata Viviana Beccalossi non ha infatti annunciato di rinunciare alla corsa. Ma se non vogliamo rischiare di far vincere la sinistra, confido nella intelligenza di Maroni e Bossi", conclude l'ex ministro.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Romano_1939

    06 Febbraio 2013 - 15:03

    sono pdl e voglio dire la mia qualcuno mi spiegasse il motivo per cui questi tre si sono staccati dal pdl per formare una fronda dal nome ( secondo il mio parere che non attrae propio nessuno) Per questo ha ragione Maroni quando dice di non piacerle questo trio. Questi tre - non hanno forse capito che così facendo stanno togliendo la possibilità al cav di vincere ?

    Report

    Rispondi

  • guifra35

    12 Gennaio 2013 - 22:10

    Non mi convince più di tanto l'alleanza del PDL con la Lega, purtroppo in qualche modo bisogna pur fare: l'armata rossa incombe. Ma per favore Crosetto La Russa e Meloni fuori dai coglioni!

    Report

    Rispondi

  • LapuLapu

    10 Gennaio 2013 - 11:11

    Sarà la Lega a cambiare nome in "Schiava di Roma"

    Report

    Rispondi

  • ottina

    09 Gennaio 2013 - 14:02

    Io questa brodaglia e mi riferisco a tutte le formazioni politiche nascenti e morenti, non la digerisco, dopo le elezioni sarà peggio di prima, sia di quando c'era Berlusconi, sia di quando c'era mari-o-netta-monti: ingovernabilità garantita. Pertanto mi rifiuto di votare una simile classe politica che non fa nulla di quello che chiediamo noi italiani, ma pensano solo alle loro sporche alleanze per fregarci un'altra volta caricandoci di tasse, io di tutto questo non voglio essere complice. Spero che i non votanti, con le varie forme attuabili, siano la maggioranza assoluta!!!!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog