Cerca

Nel mirino

Procura di Napoli: "Valutiamo incriminazione per Silvio Berlusconi"

Procura di Napoli: "Valutiamo incriminazione per Silvio Berlusconi"

Dopo il diverbio in Aula, le toghe sfruttano l'occasione per riportare Silvio Berlusconi alla sbarra. La procura di Napoli infatti valuterà
lunedì, avendo ricevuto per quel giorno la trascrizione completa dei verbali di udienza del processo a carico di Valter Lavitola in cui ieri l’ex premier ha testimoniato, se aprire un procedimento a carico di Berlusconi su un’ipotesi di reato di oltraggio a magistrato, dopo lo scambio di battute con il presidente della sesta corte penale Giovanna Ceppaluni. Eventualmente, il procuratore Giovanni Colangelo e i sostituti Henry John Wodcoock e Vincenzo Piscitelli potrebbero anche decidere se inviare la trascrizione al tribunale di Sorveglianza di Milano che aveva adottato precise prescrizioni per la concessione dei servizi sociali a Berlusconi. A scatenare la furia dei magistrati è stata una frase del Cav pronunciata in Aula: "Magistratura incontrollabile. E impunita".

L'attacco - Lo sfogo del Cav è arrivato dopo che la presidente della Corte aveva affermato: "Lei - rivolgendosi a Berlusconi - non deve capire il senso delle domande, deve rispondere". Intanto a Milano, invece, si valuterà la "condotta" del leader di Forza Italia, attualmente in affidamento ai servizi sociali per la condanna Mediaset. Il pool meneghino era stato chiaro: basta attacchi alle toghe. Ma Silvio si è ribellato. E ha picchiato giù duro contro i magistrati di Milano. E così i colleghi di Milano sono pronti e hanno fatto sapere che i servizi sociali "sono a rischio". Se venissero revocati, per il Cavaliere si spalancherebbero le porte degli arresti domiciliari, e il conteggio della pena da scontare riprenderebbe dall'inizio.

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • ramadan

    21 Giugno 2014 - 16:04

    per routier e sfeno : ma leggete i commenti ? non avete ancora capito che significa essere chiamati a testimoniare ? veramente, come dice sfeno , siete proprio cretini se non riuscite a capire che il teste deve rispondere ; è il giudice che deve capire . così funziona la giustizia in tutto il mondo piaccia o no.

    Report

    Rispondi

    • colombinitullo

      23 Giugno 2014 - 16:04

      Guardi che se qui posta un cretino questo è proprio lei e nessuno potrà accusarmi di averle nascosto la triste verità in quanto è da tempo che vado dicendolo urbi et orbi( essenzialmente a lei) per non sottacere delle tre lauree che ha acquistato sottobanco in qualche mercatino di seconda o più probabile terza mano. Si vada a nascondere e si masturbi usque ad finem.

      Report

      Rispondi

    • sfeno

      21 Giugno 2014 - 20:08

      hei ramadam sei cretino anche tu se la pensi cosi ...la legge fa la legalita non la giustizia .....vai a mangiarti qualcosa che a stomaco pieno si capisce di piu caro uomo senza attributi

      Report

      Rispondi

  • routier

    21 Giugno 2014 - 15:03

    La santa inquisizione non è ancora finita. I "Torquemada" di turno lavorano in maniera indefessa.

    Report

    Rispondi

  • sfeno

    21 Giugno 2014 - 13:01

    pieno medioevo.......non si deve capire non serve siamo tutti cretini

    Report

    Rispondi

  • ramadan

    21 Giugno 2014 - 13:01

    per bandi room5: berlusconi frequenta i tribunali da 20 anni e ha al suo fianco fior di avvocati : quindi sa come ci si comporta davanti a un giudice quando sei invitato come testimone.devi rispondere, non fare domande; siccome non è un ingenuo ha voluto creare il caso per continuare a get tare fango sulla magistratura .non fatevi prendere ancora in giro da questo "signore"

    Report

    Rispondi

    • ninolorenziniiol.it

      25 Giugno 2014 - 18:06

      Ramadan, veramente lei crede che Berlusconi è il delinquente che dice la sinistra. Lei ancora non ha capito che i comunisti se non sono in grado di vincere alle urne usano qualsiasi modo per finire col loro "nemico". Berlusconi è il primo a sapere che la magistratura lo guarda con lente d'ingrandimento da piu di 20 anni, lei crede che sia cosi deficiente da delinquere sapendo che tutti lo guradan

      Report

      Rispondi

Mostra più commenti

blog