Cerca

Arriva Silvio

I sondaggi dicono Berlusconi:
centrodestra sopra il 30%

Berlusconi e Bersani

Il Cav spara al "coniglietto" Bersani

di Marco Gorra

Le proporzioni cambiano, i numeri sono diversi, gli scarti variano. Trattandosi di sondaggi, che in campagna elettorale più che in altri momenti sono scritti sull’acqua, la cosa è fisiologica. Ma il trend generale di tutte le rilevazioni è sempre lo stesso: il centrodestra recupera, il centrosinistra arretra e il centro montiano resta dov’è. E se quattro sondaggi di quattro istituti diversi danno una lettura unanime almeno delle dinamiche con cui il consenso degli italiani si va spostando, allora negare l’esistenza della tendenza in atto inizia ad essere difficile. E la tendenza dice che l’aria di inciucio fa male a Monti e Bersani, e il Cavaliere ringrazia. 

Secondo il sondaggio realizzato dalla Swg per la trasmissione di Rai3 Agorà il centrodestra ha recuperato due punti percentuali tondi, assestandosi a quota 27,2. I punti di distacco dal centrosinistra a questo punto sono meno di sei, avendo la compagine di Bersani e Vendola lasciato per strada 1,9 punti arrivando a segnare un 33% secco. Lieve flessione (- 0,1%) per il centro montiano, che rimane inchiodato al 13,7%: per l’area che sostiene il premier, l’immobilismo fotografato dai sondaggi inizia ad essere un problema. E nemmeno il principale, dato che per la Swg i montiani si piazzano addirittura quarti, superati in tromba dal Movimento 5 stelle di Beppe Grillo che segna quota 16,8% (+ 0,9%). Cattive nuove anche per il Partito Democratico, dato che Rivoluzione civile di Ingroia cresce, continua ad erodergli consensi e ora come ora stazza il 5,4% (+ 0,9%).

Altro sondaggio, stesso quadro. Secondo i calcoli di Spincon, il divario tra centrosinistra e centrodestra è di appena due decimali: berlusconiani a 31,8% e bersaniani al 32%. Briciole per il centro, che si ferma a quota 12,2% (significativo il dato dei finiani, per la prima volta sotto la soglia psicologica dell’1%) e che ha come unica soddisfazione quella di sopravanzare Beppe Grillo (10,7%) di un punto e mezzo.

Distacchi più elevati secondo la rilevazione di Tecnè per SkyTg24: qui si rendiconta un centrosinistra che lascia per strada 1,4 punti e si assesta al 36,4% ed un centrodestra che guadagna un decimale portandosi al 26,1%. Qui i rapporti di forza tra Monti (15,7%, su dell’1,2) e Grillo (13,7%, flessione dello 0,6) si invertono. Bene anche Ingroia, stabilmente sopra il 4%. Infine, il sondaggio realizzato dall’istituto Piepoli per il Sole24Ore-Radiocor. Il centrodestra guadagna un punto e mezzo, e tanto perde il centrosinistra. La coalizione guidata da Berlusconi raggiunge quota 30,5%, mentre quella che fa capo a Bersani scende sotto la soglia del 40% attestandosi al 39,5%. Anche secondo Piepoli, il dato saliente dell’area montiana è l’immobilismo: il centro che sostiene il premier non evidenzia variazioni percentuali né in positivo né in negativo, restando avvitato al 14% dove langue da settimane. Posizionamenti stabili anche per Grillo (10%) ed Ingroia (4%).

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • BERTOLDO2013

    05 Febbraio 2013 - 16:04

    EGR. CAV. BERLUSCONI questa volta mi auguro che ciò che Lei sta promettendo,con un nuovo contratto al Popolo Italiano,sia poi mantenuto e rispettato (anche se la dignità degli Italiani è stata calpestata in modo ignobile,per le antiche qualità del Popolo stesso quali volontà e abnegazione nel sostenere l'Italia). Oltre a ciò che lei giustamente promette di porre in atto appena risalirà sul Colle, fondamentale è la riduzione del prezzo della benzina almeno ad 1€ (UNO €) e l' IVA ridotta al 12 %, abbassare del 50% anche i costi di gas e enegia elettrica ed i compensi di Voi nostri rappresentanti al Governo siano ridotti del 50%, eliminando gli agi ed i privilegi (auto blu e scorte) da troppi anni gravanti sulle tasche degli Italiani; solo in questo modo la situazione economica di ciascuno gli permetterà di tornare a vivere dignitosamente. Condivido questi miei desideri scaturiti dal profondo del cuore con quasi la totalità di persone laureate e come me sostegno della economia Italiana.

    Report

    Rispondi

  • ciannosecco

    23 Gennaio 2013 - 12:12

    Complimenti,lucido come sempre.Sono d'accordo,i sondaggi servono solo a pilotare i consensi.Io voto Berlusconi,e non ho bisogno di nessun sondaggio.Saluti.

    Report

    Rispondi

  • ciannosecco

    23 Gennaio 2013 - 12:12

    Siete la dimostrazione vivente che i coglioni viaggiano in coppia.

    Report

    Rispondi

  • 654321

    23 Gennaio 2013 - 12:12

    ...vedi, ci sono 1315 persone che si fanno una fraccata di risate, neurocompagnolo controlla sopra. Te di che partitello sei? Quello degli ermafrociti? Carino Borisetto, forse e' meglio essere idioti o buchi compagni intelligenti come presumi di essere te? Nessuno dei furbetti che ti circonda ti dice che sei su Libero? Te oltre che mentecatto vorresti essere anche prepotente? Ma sai che ti dico, ma ciucciati un cesto di bananas, magari stasera per consolarti fai un giretto alle Cascine. Mettiti la maglietta con su scritto sono un coglione, ti dona furbettino fava.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog