Cerca

Lettera ai dipendenti

Perfino Forza Italia non paga più gli stipendi

Perfino Forza Italia non paga più gli stipendi

Venerdì pomeriggio i dipendenti di Forza Italia hanno ricevuto una comunicazione dell’amministrazione interna: non ci sono i soldi per gli stipendi e il partito non è in grado di rispettare la scadenza del 29 settembre.

Buco milionario - Nel giorno del compleanno numero 78 di Silvio Berlusconi, i dipendenti forzisti non faranno festa. Niente accredito sul conto. E niente buoni pasto, per il terzo mese consecutivo. La situazione economica delle casse azzurre è drammatica. C’è un buco milionario e non si capisce come colmarlo, dal momento che il Cavaliere non può più contribuire di tasca sua a causa della nuova legge sul finanziamento dei partiti. Le cene di fundraising? Pannicelli caldi. I duecentomila euro dell’altra sera non bastano. Serve altro.

Licenziamenti - Le brutte notizie corrono lungo la posta elettronica interna. Ogni volta che i dipendenti si trovano ad aprire una comunicazione dell’amministrazione, è un infarto. E c’è un secondo caso. Quello delle 42 persone licenziate nel passaggio da Popolo della libertà, che ha dichiarato stato di crisi e chiusura, a Forza Italia. La procedura è stata avviata il 16 giugno scorso. Poi l’intervento del sindacato ha allungato i tempi. Il partito non aveva attivato la richiesta per la cassa integrazione, nonostante sia esplicitamente prevista per i movimenti politici in difficoltà. Lo hanno fatto le confederazioni ottenendo l’annullamento della prima procedura di licenziamento e facendo guadagnare ai licenziati altri due mesi di stipendio. Adesso c’è un tavolo di trattative al Ministero per l’attivazione degli ammortizzatori sociali. Al personale licenziato dovrebbe essere riconosciuto un anno di cassa integrazione.

Comunicazione - Nell’attesa, i 29 dipendenti del Pdl che lavorano nella sede forzista di Piazza San Lorenzo in Lucina hanno ricevuto l’invito a starsene a casa. Bisogna economizzare gli spazi per dare via il terzo piano della sede nazionale di Forza Italia. Disdire l’affitto fa risparmiare 20mila euro al mese. «Vi invitiamo a non recarvi sul posto del lavoro fino a nuova comunicazione», scrivono gli amministratori Rocco Crimi e Maurizio Bianconi nella circolare. Comandati a casa. Poi si vedrà. Ma c’è anche un’altra voce che corre nei corridoi della sede azzurra. E cioè che gli uffici del terzo piano saranno messi a disposizione dei club di Marcello Fiori. Sì, ma nel caso, chi lo pagherebbe l’affitto? Il Pdl-Forza Italia continuerà a percepire i rimborsi elettorali fino al 2016. In quote sempre minori. A quel punto l’attività politica dovrà essere finanziata esclusivamente dai privati. Con donazioni o con il 2 per mille. Un privato che dona da vent’anni, Forza Italia ce l’ha. E si chiama Berlusconi. Ma, per legge, non può più farlo.

di Salvatore Dama

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • papesatan

    01 Ottobre 2014 - 10:10

    "non ho mai licenziato nessuno,ho solo chiesto di restare a casa" Buffone!

    Report

    Rispondi

  • alkhuwarizmi

    29 Settembre 2014 - 20:08

    Anche questo è un segno dei tempi, indicativo della crisi comatosa in cui versa la destra. Amen.

    Report

    Rispondi

  • boss1

    boss1

    29 Settembre 2014 - 17:05

    fosse l'unica a non pagare in Italia ci sarebbe da meravigliarsi ma vista la situazione è da considerare normale il non pagare. l'exl cav. si inventò la magia delle new company che praticamente dal giorno dopo gli stessi figuri ricominciano congelando il vecchio all'infinito ( in pratica fregano i fornitori).

    Report

    Rispondi

  • aranciacasa

    aranciacasa

    29 Settembre 2014 - 14:02

    Se tutti i parlamentari dessero 500 euro al mese dei 18.000 che prendono forse i 29 sarebbero salvi... Ma la solidarietà non è nel dna FI.

    Report

    Rispondi

    • Chry

      29 Settembre 2014 - 15:03

      figurati, e poi fanno la voce grossa sul lavoro, non versano un euro non pagando gli stipendi ai dipendenti, sono sempre stati e saranno sempre opportunisti e truffatori, come hai detto tu la genetica non si cambia

      Report

      Rispondi

      • sgnacalapata

        29 Settembre 2014 - 16:04

        Ma provare a guardare in casa vostra no? Forse vi farebbe risparmiare figuracce!

        Report

        Rispondi

        • Chry

          29 Settembre 2014 - 19:07

          sgnacalapata, ma vallo a dire a chi è rimasto senza lavoro, prendetevi ogni tanto le dovute responsabilità invece di campare su improbabili analogie.

          Report

          Rispondi

Mostra più commenti

blog