Cerca

Sindaco sospeso

Il Pd: divieto di dimora per De Magistris

Il Pd: divieto di dimora per De Magistris

Ha detto che lui, certo, non potrà più firmare documenti, nè partecipare alla giunta nè sedere in Consiglio comunale. Ma anche che, nonostante tutto, in attesa che la città torni a votare per (ri)darsi un sindaco, lui continuerà a fare il sindaco di Napoli. Alla faccia della condanna a un anno e tre mesi di reclusione e della sospensione inflittagli dal prefetto. "provocazioni inaccettabili" le definisce la senatrice del Pd Angelica Saggese, "che rischiano di creare una situazione incontrollabile con un danno enorme per le istituzioni". Per questo la Saggese, eletta nel febbraio 2013 a Palazzo Madama nella circoscrizione Campania, chiede con una interrogazione parlamentare al ministro dell'Interno Angelino Alfano che sia disposto il divieto di dimora a Napoli per Luigi De Magistris, primo cittadino sospeso dalla carica per l'applicazione della legge Severino.

“Dal momento dell’emissione della sentenza di primo grado e della conseguente sospensione dalla carica di primo cittadino, stiamo assistendo a uno spettacolo indecoroso. Dinanzi ad una sentenza che si può non condividere ma non si può non rispettare, l’ex primo cittadino ha dimostrato un assoluto disprezzo per chi lo ha condannato e sospeso annunciando con dichiarazioni ufficiali che non avrebbe, nei fatti, rispettato il provvedimento e sostenendo altresì che avrebbe continuato ad esercitare quella carica, in modi diversi, ancorché sospeso dalle sue funzioni”. Secondo Saggese, “tutto ciò non è ammissibile e per tale motivo, nel denunciare la gravità dell’accaduto” chiede “di valutare l’emissione di un provvedimento che ristabilisca di fatto le condizioni di legalità in città, anche per un rispetto dovuto al consiglio comunale pienamente legittimato a restare in carica e allo stesso vicesindaco facente funzioni affinché possa esercitare il suo ruolo in piena autonomia”.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • francori2012

    07 Ottobre 2014 - 18:06

    L'annuncio del P.D. su De Magistris è sacrosanto.Si vede che non gli fa più comodo.Di porcherie ne hanno fatte così tante,passate sotto silenzio che c'è da meravigliarsi che l'hanno fatto.Ad majora. Francori2012

    Report

    Rispondi

  • papillon50

    07 Ottobre 2014 - 10:10

    In Italia, abbiamo avuto modo di verificare che spesso i pubblici ministeri sono un'accozzaglia di arroganti, prepotenti, impuniti, spesso incompetenti cialtroni. Fanno tuttavia parte della più potente ed intoccabile corporazione esistente in Italia che è la magistratura. Tutti quelli che hanno tentato di intaccarne lo strapotere hanno fatto una brutta fine. Talvolta si azzannano fra di loro.

    Report

    Rispondi

  • danianto1951

    07 Ottobre 2014 - 09:09

    io questo lo esilierei dalla Terra o se possibile anche dal sistema solare: fa scvhifo quanto i vari Mentana Santoro e farabutti che lo sostengono e lo propongono nella sua merdosa esibizione.

    Report

    Rispondi

  • alvit

    07 Ottobre 2014 - 08:08

    Ricordiamoci che siamo in terronia dove tutto è permesso. Si può circolare senza casco e senza assicurazione, i vigili fanno finta di essere ciechi , la monnezza si getta dalla finestra, le multe non si pagano, ci si uccide per la strada, lo scippo è il lavoro migliore, la gente ti deruba mentre cammini, scaricano le fogne sui marciapiedi, rubano le salme nei cimiteri, continuiamo?Questa è Napoli

    Report

    Rispondi

    • piettovilla

      08 Ottobre 2014 - 11:11

      Alvit non fare tutt erba un fascio,, anche in altre Citts' e anche al Nord si delinque, , si qui a delinquere sono i napoletani mentre al Nord sono tutti insieme, italiani e stranieri.. per l immondizia sono d'accordo con te, dato che non vogliono i termovalorizzatori, che sono una risorsa energetica e non inquinano, io ho lavorato a quello di Milano,

      Report

      Rispondi

Mostra più commenti

blog