Cerca

Legittimo sospetto

Matteo Salvini, Rimborsopoli in Piemonte: "Perché i giudici colpiscono la sinistra solo dopo il voto?"

Matteo Salvini

Nel mirino dei giudici, ora, ci è finito il centrosinistra: in Piemonte lo scandalo Rimborsopoli si abbatte sulla giunta di Sergio Chiamparino. Dieci imputazioni coatte per 10 ex consiglieri, tra i quali due assessori in carica. Un destino simile a quello che detronizzò l'ex governatore leghista Roberto Cota a causa dello scandalo firme false. Sulla questione, intervistato da La Stampa, oggi interviene Matteo Salvini, che premette: "Io non gioisco mai delle disgrazie altrui. Non condanno nessuno, anche perché nella giustizia italiana non c'è da avere fiducia". Eppure, sottolinea il segretario del Carroccio, "constato però che le indagini sulla destra durano anni e si svolgono prima delle elezioni, quelle sulla sinistra sono più rapide e soprattutto si fanno dopo il voto".

Il cavillo - Salvini, dunque, si chiede perché la sinistra venga colpita solo ora, dopo il voto, facendo aleggiare il sospetto che le mosse delle toghe non siano del tutto disinteressate. Il segretario della Lega rincara: in Piemonte "ci hanno perseguitato per due anni con le presunte tangenti Finmeccanica salvo poi dover riconoscere che le tangenti non c'erano mai state". Si fa notare a Salvini che però, le "firme di fantasia" per Cota, effettivamente, ci furono. Pronta la risposta: "Mi piacerebbe che qualche giudice andasse a controllare anche quelle che sono state depositate per Chiamparino. Così, giusto per non avere due pesi e due misure". Il segretario, però, ribadisce di non essere interessato a una rivincita per via giudiziaria, perché "io voglio vincere per le mie idee, non perché improvvisamente si sveglia un giudice. La realtà - conclude - è che in Piemonte è stata fatta cadere per un cavillo una giunta che lavorava bene come quella di Cota. Ma mi rendo conto che in Italia è ancora radicato il sentimento della superiorità non si sa se antropologica o morale della sinistra"...

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • accanove

    12 Novembre 2014 - 10:10

    l'unica cosa "superiore" che li eleva sono le zeppe da zoccole che portano, sia maschi che femmine.

    Report

    Rispondi

  • spalella

    22 Ottobre 2014 - 14:02

    evidentemente, caro Salvini, i giudici NON SONO AFFATTO BELLI, BIONDI e CON GLI OCCHI AZZURRI. Ed altrettanto evidentemente ci vorrebbe un Organo di Controllo della '''Professionalità e Moralità e Produttività'' di queste persone che sia Esterno alla ''BANDA GIUDICI'', qualcosa composto da cittadini e ORGANIZZAZIONI CITTADINE, e non dai Compari dei Compari... NON PARE ANCHE A TE ?

    Report

    Rispondi

  • jack1

    22 Ottobre 2014 - 06:06

    Bruscoloni ti spiace andare a postare le tue difese sui mafiastrati in un sito di dementi al tuo livello??? Ricorda che tu come anticav sei costato agli italiani circa 400 miliardi di euro ...... E prima o poi qualcuno avrà desideri con il tuo seder.......no

    Report

    Rispondi

    • bruscoloni

      bruscoloni

      22 Ottobre 2014 - 10:10

      Dolente di non poter accedere alle sue cortesi premure. Dove li trovo dei bananas così? Lei ha contribuito a pagare parte di quei 400 miliardi di euro? Bravo! Ed ora un piccolo sacrificio: vada ad iscriversi all'arcigay

      Report

      Rispondi

  • bruscoloni

    bruscoloni

    21 Ottobre 2014 - 19:07

    Solo dopo il voto? Ma se tra autunno 2014 e primavera 2015 ci sono le regionali! Detto da uno che a 19 ani faceva il consigliere regionale è il massimo

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog