Cerca

Serietà al governo

Graziano Delrio e Sergio Chiamparino, il fuorionda: "Parla tu, non me ne frega un c.". E poi sulla Juve... Guarda i video

Graziano Delrio e Sergio Chiamparino, il fuorionda: "Parla tu, non me ne frega un c.". E poi sulla Juve... Guarda i video

 "Non ci saranno variazioni dei saldi, su questo non tratto: i tagli ai trasferimenti delle Regioni resteranno di 4 miliardi, per il resto siamo disponibili a trattare con loro sulle modalità". Matteo Renzi tira dritto e conferma la linea del governo anche dopo la riunione con i rappresentanti delle Regioni. Il confronto a Palazzo Chigi è stato anticipato e seguito da una serie di gaffe clamorose. Prima, mercoledì sera, l'annuncio del governo di slittamento a giovedì mattina a causa di alcuni impegni istituzionali dei governatori, salvo smentita degli stessi: "E' il governo che non si è ancora messo d'accordo su cosa dirci", ha ribattuto Sergio Chiamparino. E questa mattina, dopo l'incontro, la conferenza stampa congiunta tra lo stesso Chiamparino e il sottosegretario alla Presidenza del Consiglio Graziano Delrio, con scivolone annesso. Fuorionda, prima di iniziare, il braccio destro di Renzi si è rivolto a Chiamparino con uno stupefacente: "Comincio io che sono il padrone di casa, dopo però se vuoi continuare tu a me non me ne frega un cazzo".

 

 

Non male per un sottosegretario che dovrebbe spiegare se e come la manovra di Renzi sia sostenibile. D'altronde, Delrio e Chiamparino si sono esibiti anche in un altro siparietto lontano (ma non abbastanza) dai microfoni, con tanto di commento calcistico sulla sconfitta della Juventus in Champions...


Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • camaleonte1956

    camaleonte1956

    24 Ottobre 2014 - 16:04

    credo che di questo passo ci sia un magia mangia

    Report

    Rispondi

  • brenno73

    24 Ottobre 2014 - 10:10

    questi criminali al soldo della troika ormai sono talmente spudorati e strafottenti che ammettono apertamente che non frega un cazzo tagliare la sanità alle regioni e quindi mettere in difficoltà migliaia di cittadini malati. Bastardi!

    Report

    Rispondi

  • routier

    24 Ottobre 2014 - 09:09

    "Non me ne frega un c,,,,,," Caro Del Rio, non ne abbiamo il minimo dubbio ! Al contrario, il dubbio lo abbiamo sulla capacità critica di quegli elettori che votano i partiti del governo.

    Report

    Rispondi

  • accanove

    23 Ottobre 2014 - 16:04

    qualche meraviglia? Sai quanto frega loro delle nostre tasche o del nostro futuro? Garantiscono il proprio ed questo basta

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog