Cerca

La verità nelle carte

Mafia Capitale, Micaela Campana stonata: tutte le bugie sugli sms a Buzzi della deputata del Pd

Mafia Capitale, Micaela Campana stonata: tutte le bugie sugli sms a Buzzi della deputata del Pd

La Campana suona per il Partito democratico. E non è proprio bella musica. Il caso della renzianissima deputata (è responsabile Welfare e Terzo settore nella segreteria del partito) Campana Micaela ha tutte le carte in regola per rappresentare per il nuovo Pd, quello fatto ad immagine e somiglianza del segretario-premier, un grattacapo mica da niente. La giovane parlamentare era inizialmente finita nel calderone dell’inchiesta sulla mafia a Roma in virtù di un sms inviato al dominus della cooperativa 29 giugno Salvatore Buzzi con scritto «bacio grande capo». Da cui la ridda di ipotesi e maldicenze circa la familiarità della Campana stessa col ras degli appalti e la strenua difesa della parlamentare: «È un saluto che uso abitualmente».

Fosse solo una questione di messaggini e di etichetta da usare nei medesimi, il problema in effetti quasi non si porrebbe. Il guaio è che dietro l’sms c’è una storia da cui la posizione della Campana rischia di uscire messa tutt’altro che bene: la storia dell’interrogazione parlamentare pilotata per Buzzi.
A mettere in fila i dettagli della vicenda ha provveduto Luca Sofri, direttore del Post. I fatti: Buzzi ha bisogno di fare pressione su una giudice del Tar che dovrà decidere in merito ad un ricorso contro un appalto assegnato ad una delle “sue” cooperative. Tra i vari fronti su cui l’uomo si attiva c’è quello del Pd cui - nella persona dell’onorevole Campana - si chiede di presentare un’interrogazione parlamentare in merito. Gli sforzi di Buzzi vanno a buon fine? La Campana giura di no: prima scrive su Facebook che «l’sms in questione, se letto nella sua interezza, e non nel solo stralcio maliziosamente riportato dai media, dimostra che non avrei mai presentato l’interrogazione richiesta dal Buzzi» e poi, intervistata da Repubblica, assicura di non averla presentata «perché non mi convinceva».

Il problema è che le cose non sembrano stare così. Intanto per via di un altro sms finito agli atti, quello in cui il deputato dem Umberto Marroni dice a Buzzi che «ho parlato con Micaela, meniamo» e riguardo alla stesura del testo assicura che «la sta preparando Micaela». E si arriva al celebre sms della Campana a Buzzi, quello da leggere «nella sua interezza». Trascrizione letterale: «Parlato con segretario ministro. Mi ha buttato giu due righe per evitare il fatto che mi bloccano l’interrogazione perche non c’e ancora procedimento. Domani mattina ti chiamo e ti dico. Bacio grande capo». L’indomani a contattare Buzzi è l’assistente della Campana, che scrive il seguente messaggio: «Buongiorno Mica (Micaela, ndr) aveva depositato interrogazione, ma l’ufficio responsabile ce l’ha rigettata perché non era congrua essendo basata solo su articoli di giornali, ora l’ufficio ce la riscrive affinche non venga rigettata ma ci vorra qualche giorno». Un modo ben curioso per non essere convinti della bontà dell’interrogazione.

di Marco Gorra

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • gianni-1

    gianni-1

    10 Dicembre 2014 - 00:12

    Dal PDL mi posso aspettare queste ruberie,,,ma dai mangia Particole del PD ex DC mi fa vomitareeeeee

    Report

    Rispondi

  • filder

    09 Dicembre 2014 - 22:10

    Micaela soubret Renziana con quella faccina pulita e tutta acqua e sapone che incorpora la bellezza mediterranea è stata scoperta a mandare bacini al suo tanto abituale boss

    Report

    Rispondi

  • spalella

    09 Dicembre 2014 - 16:04

    la campana stonata del PD ? sì certo, MA QUELLA DEL PDL Non è migliore, o più ONESTA. I maledetti del PCI e della DC sono QUELLI che oggi, insieme ai loro nipotini allevati nella loro cultura di merda, Ocupano le nuove sigle di PD e PDL... Renzi ha rottamato due o tre NOMI, ed ha lasciato intatta LA MACCHIA DI TRUFFA nel PUBBLICO-POLITICO sia Locale che Centrale. Renzi non ha ROTTAMATO NULLA.

    Report

    Rispondi

  • Fran58

    09 Dicembre 2014 - 15:03

    A tutti i politici,nessuno escluso ,oramai non vi crede piu' nessuno,mi vieni piu' facile credere alla Befana che alle favole che raccontate.E inutile difendere l'indifendibile quando le cose sono cosi' evidenti,siete tutti corrotti con i portafogli pieni di danari rubati, abbiate l'umilta'di ammettere le vostre cagate e fate pulizia delle mele marce. Il tempo sta per scadere, ATTENZIONE..........

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog