Cerca

annuncite

Renzi: "Via Imu e Tasi per tutti dal 2016". Ma il suo ministro lo smentisce

All'inizio aveva parlato di settembre. Poi, evidentemente, l'estate e qualche giorno di vacanza devono averlo fatto tornare coi piedi per terra e oggi il premier Matteo renzi intervenendo a Pesaro dopo aver fatto tappa al Meeting di Rimini ha annunciato che " il prossimo anno verranno tagliate Tasi e Imu per tutti". Renzi ha aggiunto che "abbassare le tasse è una scommessa che non si fa solo per un anno. Nel 2017 ci concentreremo sull'Ires cioè sulle tasse sulle imprese, oggi al 31% per portarla al 24% sotto la Spagna, e poi nel 2018 interverremo sull'Irpef".

neanche il tempo di finire su agenzie e siti di informazione, che il premier è però stato smentito da un membro del suo stesso governo, nella persona del sottosegretario all'Economia Enrico Zanetti. «Sì al taglio della Tasi sulla prima casa. Ma non per tutti. Deve restare per gli immobili di valore maggiore per finanziare, con 1,2 miliardi, la deducibilità al 100% per le imprese  dell’Imu sui capannoni" ha spiegato il numero due di Piercarlo Padoan. Il provvedimento sulla casa, spiega il leader di Scelta Civica, "rientra nella manovra da 25-30 miliardi che andremo ad approvare: c’è da lavorare sul fronte delle  coperture con tagli di spese e tagli delle agevolazioni fiscali. "Escludendo gli immobili di valore maggiore, il taglio del carico  fiscale sulla casa sarebbe comunque pari a due terzi dell'ammontare attuale" ha concluso Zanetti.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • filgio49

    14 Settembre 2015 - 21:09

    i soli che credono a questo fanfarone, sono coloro che lo voteranno alle prossime elezioni: comunisti, rom, profughi....

    Report

    Rispondi

  • RatioSemper

    28 Agosto 2015 - 12:12

    Fa promesse buone per gli ingenui: intanto ha restituito solo parte di ciò che già spettava ai pensionati e, tra l'altro, non a tutti, parlando paradossalmente di "bonus"; il famoso job act è semplicemente una furbizia che non ha aumentato gli occupati; dice di accogliere i disperati ma non ha il coraggio di mandare le navi a prenderli da dove partono e i nostri giovani diventano i nuovi migranti.

    Report

    Rispondi

  • pasquino del3mi

    28 Agosto 2015 - 07:07

    Ma chi ha messo questa manica di insulsi, inutili, disastrosi, quaquaraquà,sono stati solo capaci di affamare gli italiani, e rovinare il paese, con le loro trvate da dementi, mi disgusta anche solo vederli in televisione,fuori dalle balle, mandiamoli a zappare con gli extracomunitari

    Report

    Rispondi

  • maxdemax

    maxdemax

    26 Agosto 2015 - 15:03

    Tranquilli, Renzi non mente, toglie la Tasi, non fa i trasferimenti alle regioni e/o comuni, gli da il permesso di tassare qualcos'altro . . abra cadabra.. se prima pagavamo 600 ci troviamo che paghiamo 800 ma con un nome nuovo e con una furbata alla KOMUNISTA. Non cambia niente, i consumatori di redito (statali+politici) non smetteranno mai di chedere + soldi ai produttori di redito (P.IVA)

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog