Cerca

Poi frena: "Parlo del programma del '19"

Lombardi, capogruppo M5S: "Il fascismo? Prima che degenerasse aveva un altissimo senso dello Stato"

Roberta Lombardi

Roberta Lombardi

"Da quello che conosco di Casapound, del fascismo hanno conservato solo la parte folcloristica (se vogliamo dire così), razzista e sprangaiola. Che non comprende l’ideologia del fascismo, che prima che degenerasse aveva una dimensione nazionale di comunità attinta a piene mani dal socialismo, un altissimo senso dello stato e la tutela della famiglia". Chi lo ha detto? Silvio Berlusconi e sta per scatenarsi l'ennesima mostruosa polemica un po' strumentale? No, niente affatto. Parole e musica sono di Roberta Lombardi, neoeletta alla Camera dei deputati e nominata, per alzata di mano dall'assemblea riunita all'Hotel Universo di Roma, capogruppo del Movimento 5 Stelle a Montecitorio.  

"Frase strumentalizzata" - La polemica monta. E da politica paludata - nonostante la spilletta a Cinque Stelle ben in vista sul petto - la capogruppo getta acqua sul fuoco. E usa parole trite e ritrite: "Rimango allibita dalle strumentalizzazioni in atto su una frase estrapolata da un post sul mio blog. Quella espressa - prosegue la Lombardi - era un'analisi esclusivamente storica di questo periodo politico, che naturalmente condanno. In Italia il fascismo così come il comunismo è morto e sepolto da almeno trent'anni". E ancora, aggiunge: "Mi riferivo, facendo un'analisi, al primo programma del 1919, basato sul voto alle donne, elezioni e altre riforme sociali che sembravano prettamente socialiste rivoluzionarie e non certamente il preludio di una dittatura. Tutte proposte che poi Mussolini smentì già dall'anno seguente, in quello che fu un continuo delirio di contraddizioni".

Così sul fascismo - La capogruppo del M5S, come avrete intuito, ha un blog: titolo, Parla con me. E la frase che ha sollevato il polverone risale al 21 gennaio, quando pubblicò un post intitolato "Italia sotto formaldeide". Il tema? Le polemiche sul fascismo e su Casapound. E la posizione assunta dalla grillina è chiarissima. Il fascismo? Prima che "degenerasse" (si suppone tra leggi razziali e deriva autoritaria) fece anche cose buone. L'eterna polemica, insomma, sul fascismo: tutto bene? Tutto male? Secondo la signora Roberta Lombardi, la verità sta nel mezzo. Ora vedremo se la presa di posizione della grillina farà discutere come quella del Cavaliere di qualche settimana fa.

Chi è la Lombardi - Nella sua biografia sul blog, la capogruppo scrive, 39 anni, scrive: "Sono Roberta Lombardi, romana, mamma di un bellissimo pupo di 10 mesi, attivista 5 stelle da circa 6 anni. Ho una Laurea in Giurisprudenza con tesi in Diritto Commerciale Internazionale conseguita alla Sapienza di Roma ed un corso post laurea in Sviluppo Manageriale (praticamente una editio minor di un MBA) frequentato presso la Luiss Management in edizione serale mentre lavoravo. Lavoro da quando avevo 19 anni, iniziando durante l’università per avere un’indipendenza economica dai miei genitori e poter girare il mondo".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • KING KONG

    07 Marzo 2013 - 17:05

    tutti che applaudono a questa "verità storica"...nessuno che ci ha vissuto...solo nostalgici di qualcosa che non hanno capito...troppo facile oggi andare dal panettiere e prendere tutto il pane che si vuole, mentre allora se non avevi la tessera del fascio nemmeno un panino ti davano...tutti che sanno...tutti che applaudono...poveretti

    Report

    Rispondi

  • KING KONG

    07 Marzo 2013 - 17:05

    eh si....lei dev'essere un professore di storia

    Report

    Rispondi

  • f.rossi

    06 Marzo 2013 - 15:03

    Credo che il commento della capogruppo sia quanto di più ovvio si possa dire: solo in un paese che non ha avuto il coraggio di fare i conti con se stesso queste dichiarazioni creano scandalo. Non si sono fatte riflessioni sul fascismo, non si possono avanzare commenti sul comunismo senza essere tacciati da rei. Viviamo ancora in presenza di una cultura egemone vetero comunista checchè se ne dica.

    Report

    Rispondi

  • Arsenio65

    06 Marzo 2013 - 12:12

    Col suo ragionamento si finisce per condannare tutte le nuove idee, Cristo e Maometto compresi-

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog