Cerca

Le reazioni

Le reazioni all'intervista
"Rimuovete questo giudice"

Antonio Esposito

Antonio Esposito

L'intervista del presidente della sezione feriale della Corte di Cassazione, Antonio Esposito, sulle ragioni per cui ha condannato Berlusconi (poi smentita) ha immediatamente sollevato una serie di polemiche. Soprattutto nel Pdl.  "L'ineffabile dottor Esposito ha oggi  inventato la smentita che non smentisce, anzi che conferma   l'intervista rilasciata al Mattino. Al di là dei commenti più  espliciti sulla sentenza, che egli ha smentito (ma sono stati confermati dal quotidiano partenopeo, ndr)  il presidente   della sezione feriale della Cassazione conferma non solo di aver  ricevuto il giornalista, ma anche di averci parlato e di aver   rilasciato l’intervista, il cui testo (leggiamo dalla sua stessa   smentita) è stato "debitamente documentato e trascritto dallo stesso   cronista e da me approvato". Lo ha sottolineato Luca d’Alessandro   (Pdl), segretario della commissione Giustizia della Camera.

L'azione disciplinare -  "Poichè tutta la conversazione attiene al processo a Silvio   Berlusconi e alla sentenza emessa proprio da Esposito, è davvero   paradossale e grave che egli sostenga di aver parlato solo in termini   generali. Ribadiamo che non è importante ciò che il giudice dice   (ancorchè grave), ma è inquietante che egli intervenga pubblicamente  e lo faccia anche prima delle motivazioni", prosegue D’Alessandro.   "Quanto poi al testo che egli avrebbe controllato e approvato,  il fatto che non sia reso conto che tutta l’intervista - da lui letta   prima della pubblicazione - abbia riguardato il processo a Berlusconi   ci fa sorgere più di un dubbio sulle sue capacità di discernimento.   E se ha così mal compreso quanto ha scritto il giornalista, da lui   sottoscritto, ci chiediamo con terrore se sia stato in grado di   comprendere fino in fondo le carte di un processo così delicato per  la sorte di un leader politico, che ha un seguito di dieci milioni di   elettori, e di un intero Paese", conclude D’Alessandro. "Auspichiamo che il ministro della Giustizia -conclude D’Alessandro  -  promuova un’azione disciplinare e prenda immediati provvedimenti nei confronti del giudice Esposito". 

 I dubbi di Bondi - Insorge anche il coordinatore del Pdl Sandro Bondi che si domanda: "E' normale che il giudice Esposito entri nel merito della sentenza della Cassazione con un’intervista rilasciata a un quotidiano nazionale? E’ questo il nuovo stile dei giudici della Cassazione? Io credevo che i giudici parlassero attraverso le sentenze, anche se controverse, e che i magistrati fossero 'la bocca della leggè. Ma vuol dire che mi sbaglio". ' normale che Antonio Esposito   entri nel merito della sentenza con una intervista? E’ questo il nuovo  stile dei giudici della Cassazione? E’ normale che il giudice Esposito  entri nel merito della sentenza della Cassazione con un’intervista   rilasciata ad un quotidiano nazionale? E’ questo il nuovo stile dei   giudici della Cassazione? Credevo che i giudici parlassero attraverso   le sentenze, anche se controverse, e che i magistrati fossero 'la   bocca della legge Ma vuol dire che mi sbaglio". 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • sparviero

    07 Agosto 2013 - 00:12

    Faziosa, bugiarda ,scandalosa. Non si può fare tv in questo modo.

    Report

    Rispondi

  • curcal

    06 Agosto 2013 - 19:07

    chry-è peggio falsare la verità oppure presumerla sen za prove certe. Cosean-il giudice ha anticipato il di spositivo (alias: le motivazioni) della sentenza che aveva già emesso.Pertanto la invito a guardarsi allo specchio e proferire: "idiota" taci!

    Report

    Rispondi

  • ilrobertino

    06 Agosto 2013 - 17:05

    evvai con i trinariciuti utili idioti!

    Report

    Rispondi

  • fonty

    fonty

    06 Agosto 2013 - 16:04

    Anche oggi, da buon trinariciuto non hai capito un cacchio. Vabbè, come vi capita spesso del resto, però i congiuntivi, i congiuntivi, i congiuntivi..siete tutti dei Dipietro a sinistra, si dice che lo "condannasse" ignorantoni e moralmente inferiori come al solito.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog