Cerca

I numeri

Foglietto svolazzante tra Letta e Alfano: i numeri ci sarebbero stati

Il segretario Pdl ha mostrato al premier tutti i numeri: senza la svolta di Silvio sarebbe rimasto a Palazzo Chigi

Foglietto svolazzante tra Letta e Alfano: i numeri ci sarebbero stati

Un foglietto girava, libero, tra i banchi del governo prima dell'annuncio, inaspettato, di Sivlio Berlusconi. Angelino Alfano ha mostrato il suo appunto al premier, Enrico Letta: "32 per sfiducia, 24 per uscire dall'Aula, 25 per votare fiducia''. Il totale è di ''81'' senatori e poi Angelino aggiunge che "una decina assenti o non schierati". Il foglietto avrebbe dovuto tranquillizzare Letta e, in effetti, il premier si è rilassato. Poi la sorpresa.

Si continua - Il Cavaliere, pochi minuti dopo la scenetta sui banchi del governo, ha spiazzato tutti i senatori presenti: "Sì, al governo". A quel punto tutti i numeri non servivano più a nulla perché c'era l'imprimatur di Berlusconi. Però quel foglio nelle mani di Angelino è la spada nelle mani di Letta: i numeri ci sono quindi adesso bisogna andare con i piedi di piombo. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Angizia

    03 Ottobre 2013 - 09:09

    A me sembra che ha vinto la Goldman Sachs, ed il partito dei banchieri che stanno depredando italiani ed Italia. Peccato per Berlusconi, che è l'unica vera spina nel fianco di quei predatori voraci. L'Italia è già in bancarotta, la tengono solo viva per cavare fino all'ultima goccia di sangue, poi sarà solo un'espressione geografica. Era una lotta fra due mafie, quella internazionale, e quella "nostra"..ha solo perso l'Italia. Tant'è

    Report

    Rispondi

  • gioant

    02 Ottobre 2013 - 20:08

    un traditore per una poltrona, ma chi non ha carisma mai lo avrà, è inutile sto pastocchio, tutti gli uomini e donne del parlamento e del senato:dei buoni a nulla!!

    Report

    Rispondi

blog