Cerca

Trattarsi bene

Stipendi parlamentari, Grasso: "La paga giusta è di 5-7 mila euro"

Il presidente del Senato vuole tagliare lo stipendio ai colleghi, ma non troppo: "Ecco qual è la cifra adeguata"

Pietro Grasso

Pietro Grasso

Il dibattito è aperto da mesi. La Casta guadagna troppo? E soprattutto qual è la paga giusta per un parlamentare? A dare una risposta, che farà discutere è il presidente del Senato, Pietro Grasso: "'Quel tanto che lo rende indipendente: io penso tra i 5 e i 7 mila euro. Ci sono dirigenti d'azienda - ha detto - che guadagnano trentamila euro al mese. L'importante e' che un parlamentare abbia un tenore di vita medio e che lo renda indipendente, cioè che non dipenda da nessuno'', afferma Grasso rispondendo ad una domanda al festival di Internazionale a Ferrara. Insomma il presidente del Senato vuole tirare la cinghia,...ma non troppo. In tempo di crisi è lecito aspettarsi una cifra più bassa. In Italia in tanti lavorano per 800-1000 euro al mese. 

E chi guadagna poco - Quei 7mila euro proposti da Grasso sono una cifra difficile da digerire per chi lavora tanto e gudagna poco. Qualcuno ha letto nelle parole di Grasso una svolta "grillina" che però forse è destinata a restare lettera morta. Da tempo lui e la "collega" Boldrini annunciano tagli sugli stipendi dei parlamentari, ma i fatti finora stanno a zero. Il problema comunque è vasto. Di mezzo non ci sono solo diaria e indennità dei parlamentari, a pesare soprattutto sono i vitalizi. Veltroni, Rutelli, Fini, D'Alema&co, fuori dal Parlamento percepiscono tra i 5 ei 6mila euro al mese. Troppo, indiscutibilmente, per chi ha solo 50 anni. Altro caso che dovrebbe anzlizzare Grasso è quello di Elena Cattaneo, la neo-senatrice a vita che costerà allo Stato, circa 1 milione di euro l'anno. Gli stipendi da senatore infatti sono da capogiro e posso toccare anche i 20 mila euro mensili. Sul fronte dei costi della Casta c'è tanto da fare. Le parole non bastano e Grasso dovrebbe parlare di meno e agire di più. Di questo gli saremmo grati. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • alejob

    14 Ottobre 2013 - 13:01

    io stimo tutte le persone che hanno senno, mi pare che la tua proposta sia, diciamo adeguata, anche se la trovo esagerata. Quattromila Euro sono anche troppi e te lo dico il perchè. Da dove escono questi soldi per i vostri stipendi, da coloro che lavorano e PRODUCONO, l'introito del ricavato di questa produzione e le tasse su di esso, porta i vostri stipendi e i servizi. Quali sono i vostri prodotti politici, e quali sono i RICAVATI, voi avete il compito di fare le leggi e che queste siano applicate. Avete mai lavorato in una FONDERIA a milleduecento gradi di calore?, avete mai lavorato in un forno tutta la notte a fare il pane?, avete mai lavorato in fabbrica a fare dei turni di NOTTE? Credo di no ! Ebbene i soldi che percepite arrivano da questa gente, che voi con il VOSTRO EGOISMO TORCHIATE SEMPRE DI PIU' CON TASSE E BALZELLI VARII. Non Vi vergognate, credo di no, perchè se cosi fosse avreste diminuito i vostri stipendi da molto tempo.

    Report

    Rispondi

  • charmant2

    07 Ottobre 2013 - 11:11

    Signore mio Dio,creatore del cielo e della terra,fai che davvero il Parlamento decida di abbassare le laute prebende destinate ai parlamentari che LAVORANO,a 7000 euro al mese e che si riducano l'entità delle pensioni a vita a TUTTi. Eppoi raccogli pure la le mie spoglie,a fianco di quell'anima benedetta.

    Report

    Rispondi

  • charmant2

    07 Ottobre 2013 - 11:11

    che vive quasi sempre alle Hawai o in spiagge simili senza mai farsi vedere in parlamento,sarebbe quella di un operaio che suda per il lavoro.E già questa proposta e più che vantaggiosa. Mentre per un parlamentare che s'interessa seriamente di questo popolo che fa salti mortali per procurarsi di che sostentarsi, potrebbe giungere anche a 7000.

    Report

    Rispondi

  • charmant2

    07 Ottobre 2013 - 11:11

    Signore mio Dio creatore del cielo e della terra,fai che quelle trecento euro in più che vogliono per se quelli della solita casta,vengano aggiunte a tutte le pensioni da 400 euro,eppoi conducimi pure a giacere per sempre a fianco di quell'anima benedetta nella tomba di famiglia. (Al momento esente dall'imu)

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog