Cerca

Grillini al potere

Luigi Di Maio: "Taglio alle pensioni e alleanze, ecco il mio programma di governo"

6 Gennaio 2018

19
Luigi Di Maio

Il candidato premier Luigi Di Maio, in un'intervista a Il Giorno snocciola i buoni propositi per il futuro. Un futuro che il grillino si augura essere al governo. La squadra? Dice che la rivelerà nel giro di qualche settimana, dunque prima delle elezioni, una cosa che non si era sostanzialmente mai vista. Quindi, il programma. Di Maio torna a martellare sul reddito di cittadinanza che "nella nostra proposta servirà ad accompagnare i cittadini in difficoltà durante una fase di transizione che può durare qualche anno". Il grillino afferma che "daremo un sostegno che varia in base al numero di componenti familiari e che è di 780 euro per i single a reddito zero, ma che può arrivare a 1.950 euro per una famiglia senza reddito di 4 persone". Le coperture, però, restano un mistero.

Dunque il capitolo pensioni, con il ventilato taglio degli assegni d'oro, che secondo Di Maio deve colpire le pensioni "da 5mila euro netti in su, nella parte non coperta dai contributi versati. Conosciamo il dibattito sui diritti acquisiti e sulla possibilità dei ricorsi, ma una soluzione si deve trovare. La Corte Costituzionale - continua - ha suggerito di tagliare tutte le pensioni per poi redistribuire i risparmi da quelle d'oro e quelle più basse. In questo modo non ci sarebbero problemi di costituzionalità perché il taglio non sarebbe selettivo. Valuteremo la soluzione più efficace, ma le pensioni d'oro vanno tagliate e quelle più basse incrementate".

Infine, il capitolo alleanze: con chi potrebbe governare il M5s? "Già oggi - riprende il premier in pectore - siamo la prima forza politica del Paese, in Sicilia siamo arrivati al 35%, sappiamo di avere buone probabilità, da qui al 4 marzo, di arrivare al 40 per cento. Ma se così non dovesse essere non lasceremo il Paese nel caos e non rimarremo nell'angolo, ci assumeremo la responsabilità di fare un governo", annuncia. Pronti ad allearsi, dunque. Ma con chi? La risposta è vaga: "La sera del voto proporremo a tutte le forze politiche un tavolo per un'intesa sui programmi alla luce del sole: significa che chi ci sosterrà lo farà sulla base delle nostre proposte per il Paese, senza inciuci e scambi di poltrone".

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • BRUXANGELO

    07 Gennaio 2018 - 13:01

    Hanno abbassato la cresta loro che non volevano nessun alleato ,, andiamo da soli !!! adesso cercano alleati ! la paura che il centro destra avanza come un Panzer !!! Silvio il solo statista credibile nel mondo quando la sua amicizia con Putin e Kaddafi dava tranquillita alla frontiera della libia , col loro colpo stato hanno fatto invadere l Italia !!!!! vergogna

    Report

    Rispondi

  • dariolampa

    07 Gennaio 2018 - 12:12

    Ho 67 anni e sono invalido con una pensione di 400 euro e che quindi potrei beneficiare della tua iniziativa- ti auguro di vincere ma se non potrò beneficiarne vengo a trovarti.

    Report

    Rispondi

  • dariolampa

    07 Gennaio 2018 - 12:12

    Ho 67 anni e sono invalido con una pensione di 400 euro e che quindi potrei beneficiare della tua iniziativa- ti auguro di vincere ma se non potrò beneficiarne vengo a trovarti.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

media