Cerca

La rilevazione

Sondaggio Piepoli: Pd e Sel al 35%, Forza Italia al 18, M5s secondo partito col 21

Se si votasse oggi, vincerebbero i democratici. Con la scissione persi lo 0,5 per cento dei voti del Pdl. Scelta Civica in caduta libera

Sondaggio Piepoli: Pd e Sel al 35%, Forza Italia al 18, M5s secondo partito col 21

Centro sinistra prima coalizione in crescita con il 35 per cento delle preferenze. Centro destra al 33,5 per cento, con la divisione del Pdl che costa un leggero arretramento dello 0,5 per cento. A fronte della scomparsa di Scelta Civica (precipatata al 2,5 per cento), Il Movimento 5 stelle si avvantaggia dello spacchettamento dei voti tra Forza Italia e Nuovo Centrodestra e si patenta secondo partito italiano con il 21 per cento delle preferenze. E' la fotografia dell'orientamento al voto degli italiani effettuato dall'Istituto Piepoli per Affari Italiani.

Smottamenti - "Il Pd trae beneficio dal fenomeno Renzi e dalla tenuta del governo di fronte al caso Cancellieri". Sono queste secondo Nicola Piepoli, presidente dell'omonimo istituto di sondaggi, le ragioni del boom democratico: gli Epifani's boys guadagnano 2 punti rispetto alle ultime rilevazioni (passando dal 28,5 al 30,5 per cento delle preferenze), mentre Sel (4 per cento) paga con un passo indietro dell 0,5 percentuale lo scandalo della telefonata tra Nichi Vendola e il pr del gruppo Ilva, Girolamo Archinà.

Dov'è il centro? - Scelta Civica paga l'addio di Mario Monti con un -1,5 per cento e col suo 2,5 si avvia verso i margini della vita politica italiana. A questo dato si somma il 2,5 dell'ex alleato del professor Monti, l'Udc di Casini. Il comparto di centro (perché di coalizione non si può più parlare) si attesta intorno al 5 per cento.

Chi viene, chi va - La neonata Forza Italia di Silvio Berlusconi è il terzo partito italiano con il 18 per cento delle preferenze. FI è a tre lunghezze di distanza dal M5s di Beppe Grillo, che fa un piccolo passo avanti (+0,5 per cento) e arriva ai 21 punti percentuali. Il Nuovo Centrodestra di Angelino Alfano è al 6 per cento, mentre la Lega arretra dal 4,5 al 4 per cento. Stazionari i Fratelli d'Italia al 2,5 per cento, mentre i partiti minori d0area conservatrice cumulano un complessivo 3 per cento.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • raf1943

    22 Novembre 2013 - 11:11

    Piepoli nei sondaggi non c'azzecca mai a differenza della Ghisleri che ormai ci ha abituati ad azzeccarci sempre!Perchè la Ghisleri non si ferma al pare espresso oggi ma lo rilancia anche a domani essendo una grande professionista dei sondaggi!Eppoi si sa da tempo che Piepoli ha simpatie in direzione della sinistra,come Affari Italiani!Allora il centro destra continuasse a tenere duro!I rapporti di forza tra FI e Nuovo centro destro destra prima o poi si assesteranno definitivamente dimostrando ancora una volta che le scissioni non pagano mai bene!L'importante è che il popolo dei moderati continua a ritenere Berlusconi,nonostante tutti gli acanimenti giudiziari e le manovre dei poteri forti oggi sostenuti da Letta,Monti,Napolitano ed il vassallo Alfano,l'unico riferimento serio e con gli attributi necessari per la realizzazione del suo progetto di una Italia moderna e seriamente ringiovanita!Un progetto ed una speranza,come continua a sostenere Papa Francesco,destinati a vincere!!

    Report

    Rispondi

  • raf1943

    22 Novembre 2013 - 11:11

    Piepoli nei sondaggi non c'azzecca mai a differenza della Ghisleri che ormai ci ha abituati ad azzeccarci sempre!Perchè la Ghisleri non si ferma al pare espresso oggi ma lo rilancia anche a domani essendo una grande professionista dei sondaggi!Eppoi si sa da tempo che Piepoli ha simpatie in direzione della sinistra,come Affari Italiani!Allora il centro destra continuasse a tenere duro!I rapporti di forza tra FI e Nuovo centro destro destra prima o poi si assesteranno definitivamente dimostrando ancora una volta che le scissioni non pagano mai bene!L'importante è che il popolo dei moderati continua a ritenere Berlusconi,nonostante tutti gli acanimenti giudiziari e le manovre dei poteri forti oggi sostenuti da Letta,Monti,Napolitano ed il vassallo Alfano,l'unico riferimento serio e con gli attributi necessari per la realizzazione del suo progetto di una Italia moderna e seriamente ringiovanita!Un progetto ed una speranza,come continua a sostenere Papa Francesco,destinati a vincere!!

    Report

    Rispondi

  • tizi04

    22 Novembre 2013 - 09:09

    se il PD si accorgesse che potrebbe farcela da solo, allora farebbe un rimpasto di governo e addio NCD. Bel pirla fare il traditore e fidarsi di JoCondor. La tua "fortuna" e` che il PD e` prossimo alla implosione e le guerra intestine lo deterioreranno fino alla scissione, forse anche in piu` partiti. Prima o poi la "normale dialettica" del PD sara` esplosiva. Ma comunque tu non ti salverai alle prossime elezioni, xke` noi del cdx non ti voteremo.

    Report

    Rispondi

  • antikomunista10

    22 Novembre 2013 - 08:08

    I numeri di Piepoli sono totalmente errati, forse per incapacità, forse per interesse. I numeri veri sono quelli riscontrati, non più tardi di due giorni fa, dalla grandissima Ghisleri, che, ricordo, NON HA MAI SBAGLIATO, a differenza degli altri sondaggisti. Solo tre valori (fonte Euromedia Research): FI al 20,1%, Ncd al 3,5, cetrodestra AVANTI del 2,1% sui sinistri. Questo per ristabilire la verità. Anche nel branco dei sondaggisti fasulli (di fatto si muovono tutti insieme)bisognerà fare opera di pulizia.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog