Cerca

La grande paura

Dopo la decadenza Berlusconi teme il carcere e la fuga verso Alfano

Dopo la decadenza Berlusconi teme il carcere e la fuga verso Alfano

"Intorno a me il cerchio si stringe". Silvio Berlusconi dopo la decadenza è molto preoccupato. I giudici di Milano stanno per aprire un nuovo fronte contro il Cav. Un nuovo processo Ruby con l'accusa di corruzione. Così Berlusconi comincia a sentire il fiato sul collo: "Mi sbattono dentro. Me lo confermano pure i miei avvocati", avrebbe detto il Cav secondo alcune indiscrezioni de La Stampa.

"Mi arrestano" -  I suoi legali Ghedini e Longo hanno provato a calmarlo spiegandogli che la sentenza "Ruby bis", dove Silvio e gli stessi legali sono accusati di avere inquinato le prove, cade in un equivoco "facilmente dimostrabile". E' vero, sostengono Ghedini e Longo che numerose testimoni sono tuttora stipendiate con 2500 euro mensili, ma i rubinetti si sono aperti un anno e passa dopo quella famosa riunione ad Arcore cui furono convocate le "olgettine". Ci sarebbero le ricevute dei bonifici, con tanto di data. Insomma a quanto pare quella del Cav è per ora una paura facilmente domabile.

Segnali di fuga - Ma con l'aria di "decadenza" che tira sulla galassia Silvio ecco che torna il terrore per future emorragie di forzisti attratti da quel nuovo oggetto misterioso chiamato Nuovo Centrodestra. Di fatto nell'inner circle del Cav si ragiona su un punto: mettere alla porta con rumore uno come Adriano Galliani è un pessimo segnale anche per altri probabili "fuggiaschi". Il Cav con l'Ad del Milan ha subito corretto il tiro: "Resta al suo posto", ma sul fronte politico c'è uno scricchiolio inquietante. Alfano per ora resta fermo al centro senza dare segni di vampirismo, ma il "no" a Forza Italia di Rocco Girlanda, sottosegretario alle Infrastrutture e l'automatico salvataggio della sua poltrona di governo con l'ingresso nelle schiere alfaniane non è certo un buon segnale. I sottosegretari ex Pdl e ora forzisti danno le dimissioni col "contagocce" come ha detto Letta. Segnale evidente che la "trasmigrazione delle anime" azzurre verso Nuovo Centrodestra non si è ancora fermata. Così Berlusconi pensa che un ulteriore inasprimento della foga delle toghe possa dare il definitivo "rompete le righe" a qualche falco che si sente già colomba. Insomma Silvio spera comunque in voto anticipato. Perchè giudici o non giudici, colombe o falchi, i sondaggi sono dalla sua parte. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • secondotentedi

    02 Dicembre 2013 - 23:11

    Che dire, altre condanne, dopo decadenze e interdizioni ormai non interessano neanche più, altre cose rischiano ripercussioni sull'equilibrio del paese, e nuovi conflitti non si sa in che modo rimediabili, per fuga elettori, potrebbe essere anche viceversa..., e potrebbe essere meglio, purchè distinte in modo esatto per tutte le eventuali vicende, probabile cav. s'attenda al 30% là e 70% cav. però ora non possiamo fare pronostici.(:

    Report

    Rispondi

  • Frenki

    01 Dicembre 2013 - 12:12

    Ora dovreste aver capito sul perchè fu lanciato, subito dopo le elezioni, il programma di larghe intese, tutto finalizzato alla finta pacificazione per ottenere dal PD appoggio e salvacondotto. Così è andata ed ora i nodi vengono al pettine ed il re è ora nudo. Non c'è più il parlamento, con i suoi nominati, pronti a difenderlo ad oltranza. E' vero che la magistratura gli è addosso da 20 anni ed il motivo non è la persecuzione giudiziaria ma bensì la lotta continua per sottrarsi con leggi e leggine "ad personam" per sfuggire alle sue colpe. 20 anni che hanno impedito al paese di progredire, impegnato a tempo pieno a cercare escamotage nel tentativo di proteggere ad altranza il pluricondannato. Poi se vogliamo chiarire il motivo di tanto consenso del Berlusca possiamo facilmente affermare che a milioni di personaggi fa comodo questo casino istituzionale potendo evadere comodamente. Infatti tra condoni,sanatorie,riduzione dei tempi della prescrizione e del falso in bilancio il gioco è OK

    Report

    Rispondi

  • fearofthedark

    fearofthedark

    01 Dicembre 2013 - 10:10

    Non è senatore neanche a casa sua. Il decaduto Silvio Berlusconi lo sfrattano pure dal “parlamentino” di palazzo Grazioli, un emiciclo di legno intagliato che ha ospitato memorabili conferenze stampa, riunioni plenarie e simulazioni di governo. Perché il conte Emo Capodilista, ereditario assieme a Saverio (detto Lallo) Caravita di Sirignano, ha denunciato il defunto Pdl per morosità: abusivi, non pagano l’affitto da sette mesi, occupano l’aula di un finto Montecitorio, l’ex redazione del Mattinale (primo Piano) compreso l’ufficio di Paolo Bonaiuti e spergiurano di aver disdetto il contratto. E poi il fatidico 27 novembre dopo le fatidiche 17:42 e 30 secondi, il sofferente Berlusconi ha radunato le truppe di Forza Italia proprio nel “parlamentino”. Il tribunale civile di Roma dovrà valutare il danno.

    Report

    Rispondi

  • white warrior

    30 Novembre 2013 - 22:10

    La classe politica di Sinistra, quella di ieri e quella di oggi, continua a essere al riparo da rivelazioni, inchieste su inchieste, intercettazioni a tappeto prolungate per anni e estese a colleghi, clienti, amici, parenti, familiari, amanti; la Casta giudiziaria, super-garantita a protezione di tutte le altre, è intoccabile, non criticabile, non discutibile, pena una kafkiana 'macchina della legge' a trazione politica e discrezione giudiziaria. Insomma, con questo potere di ricatto e attrazione irresistibile del potere, che volete sia la corruzione, la compravendita di parlamentari, la macchina del consenso corrompe i personaggi di debole costituzione: e quindi... Quindi, ci aspettiamo che la viltà, l'opportunismo e il conformismo possano tentare altri voltagabbana, ma FI è una realtà più forte di tutti i giochi di potere, perchè fatta di gente vera. Alfano, ieri su La7, già annaspa a proposito di UE e immigrazione: sa che il potere vero coopta solo gente pronta a cedere su tutto.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog