Cerca

Il caso

Carfagna: "Lo stile della De Girolamo è poco condivisibile"

La forzista attacca il ministro sulle intercettazioni sull'Asl di Benevento: "Uno stile poco condivisibile". Poi la bordata: "Sulla sfiducia valuteremo la nostra posizione"

Carfagna: "Lo stile della De Girolamo è poco condivisibile"

Nunzia De Girolamo e Mara Carfagna

Tira aria di tempesta sul ministro dell'Agricoltura, Nunzia De Girolamo. Dopo la bufera per le intercettazioni rubate nel chiuso di casa sua e pubblicate dal Fatto Quotidiano, le quali, secondo il teorema della truppa travaglina, dimostrerebbero che Nunzia favorì suo zio per l'affitto di un bar all'interno di un ospedale, ora il ministro è entrato nel mirino del Movimento Cinque Stelle che chiede una mozione di sfiducia in Parlamento. Fin qui i fatti. Ma a quanto pare i nemici della De Girolamo non sono solo tra le pagine del Fatto e i banchi dei deputati Cinque Stelle, le bordate ora arrivano anche da Forza Italia.

Questione di stile - E a dissociarsi dalla De Girolamo è Mara Carfagna che, come racconta Il Mattino, afferma: "Non conosco i dettagli della vicenda, da quello che leggo denota uno stile che non posso assolutamente condividere". E ancora: "Quella intercettazioni - afferma la Crafagna - denotano uno stile a suo modo di vedere assolutamente non condivisibile". Poi arriva la stoccata: "Nel caso in cui il movimento Cinque Stelle dovesse avanzare una mozione di sfiducia nei suoi confronti, il gruppo di Forza Italia si riserva di elaborare una propria posizione". Insomma se si dovesse andare al voto sul ministro, la Carfagna non è così sicura di votare per la fiducia alla De Girolamo. Infine però la Carfagna ci tiene a non fare paragoni affrettati tra la De Girolamo e il caso Ligresti-Cancellieri: "Sono assolutamente diversi e si sono verificati in contesti diversi. Non mi sembra corretto - conclude - pensare a una equiparazione tra i due casi".

Furia Santanchè -
E a condividere le parole della Carfagna arriva anche Daniela Santanchè che afferma: "Ritengo corretta e di grande equilibrio la posizione assunta dalla collega Mara Carfagna rispetto alla vicenda De Girolamo: auspico che essa diventi la posizione di   tutta Fi. Si deve dare corso a una nuova politica e   per poterlo fare ci vuole coraggio nel prendere posizioni nette e chiare senza paura", aggiunge la Santanchè. 

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • jborroni

    11 Gennaio 2014 - 15:03

    meglio la Carfagnona, almeno a guardarla solletica altre cose; per questo il Berlusca se l'e' portata dietro.

    Report

    Rispondi

  • milkoshka

    11 Gennaio 2014 - 15:03

    santadeche' carfogna de giramelo biancosporcofiore, che pollaio in quel di harcore! ora che al gallo non funziona piu' la pompetta, le pollastrelle si fanno la guerra (barbara) e non fanno piu' le uova...

    Report

    Rispondi

  • eaman

    11 Gennaio 2014 - 14:02

    Ma gasparri che si era fregato 600.000 euro di soldi NOSTRI per farsi l'assicurazione personale dove si e' imboscato? 'Sti impunuti altro che immunita' parlamentare: dovrebbero eseere intervettabili e pubblicabili sempre e senza nessuna autorizzazione, e dovrebbero pagare i danni per lo porcate che fanno. Cosi' vedete quanti faccendieri eviterebbero di candidarsi.

    Report

    Rispondi

  • JamesCook

    11 Gennaio 2014 - 11:11

    Il partito del'ammmmmore!! che stile!! La Carfagna (o Carogna) aveva dato della Vaiassa alla Mussolini! le ammazzoni..... ammazza che commmmari!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog