Cerca

Compagni spendaccioni

Le spese pazze del Pd: c'è anche un contratto per Cuperlo

Da settimane il cassiere di Renzi, Francesco Bonifazi, sta facendo i conti in tasca alla vecchia guardia. E sul partito si addensa una nuova bufera

Le spese pazze del Pd: c'è anche un contratto per Cuperlo

La bufera-legge elettorale deve ancora passare, che già una nuova tempesta si affaccia all'orizzonte del Partito democratico: quella sui conti, che a fine 2012 avevano registrato un passivo di oltre 7 milioni di euro e che per il 2013 potrebbero essere anche peggio. Da settimane, ormai, il neosegretario Matteo Renzi ha messo il fido Francesco Bonifazi nel suo ruolo di neocassiere a scartabellare tra spese, resoconti, contratti di lavoro. E c'è da giurare che, chiusa la partita dell'Italicum, il segretario intenda mettere la vecchia guardia democratica dei Bersani e delle Bindi davanti alle sue responsabilità.

Secondo quanto riporta L'Espresso, i "ragionieri" del rottamatore avrebbero già scoperto una grave irregolarità: l'aggiramento del blocco delle assunzioni, deciso già nel 2011, in coincidenza con le elezioni 2013. Agiramento del quale avrebbe approfittato lo stesso nemico numero uno di Renzi, Gianni Cuperlo, che proprio appena prima dell'ingresso in Parlamento sarebbe stato assunto (rinunciando al compenso, avendo già l'indennità di parlamentare) con un incarico dirigenziale all'interno del partito. E sì che il personale del Nazareno era già spropositato: circa 200 unità, a fronte delle poco più di 150 utilizzate effettivamente. Nonostante ciò, la "vecchia guardia" non badava a spese, quanto a consulenze, per le quali in un anno si arrivava a spendere circa un milione di euro. Uscite da azzerare, secondo Renzi, al pari di quelle per comprare grandi quantità di copie de L'Unità che finivano al macero. O i 324mila euro spesi per l'aggiornamento del sito internet. ("Con quei soldi ci aggiorniamo il sito della Nasa" ironizzava un renziano). I primi provvedimenti il Rottamatore li ha già presi: badge per tutti i dipendenti e tornelli agli ingressi per verificare che gli orari di lavoro siano effettivamente rispettati dai dipendenti. Poi si passerà ai tagli. E non è detto che riguardino solo le spese... 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • encol

    30 Gennaio 2014 - 13:01

    giunga l'ora della resa dei conti del finanziamento truffa ai partiti, dei vitalizi ugualmente truffa, delle indecenti spese della vita di palazzo, quirinale compreso.

    Report

    Rispondi

  • fonty

    fonty

    30 Gennaio 2014 - 11:11

    Non è del tutto falso dire che i comunisti mangiavano i bambini, li hanno mangiati eccome, seppur in senso figurato, quando con le loro politiche scriteriate (con la destra connivente tranne la lega) hanno affamato l'Italia impedendo ai giovani di farsi una famiglia e di procreare per mancanza di un lavoro e relativo reddito. Hanno però pensato bene di rimediare con gli immigrati africani, facilitandone l'arrivo e chiedendo per loro lo ius soli e la cittadinanza non appena mettono piede sulla costa.

    Report

    Rispondi

  • deltabravo

    30 Gennaio 2014 - 10:10

    Già si diceva che i comunisti mangiavano i bambini, falso non era vero si sono mangiati l'Italia e gli italiani tutti dal 44 ad oggi e Renzi cerca le pezze giustificative dei costi della loro politica? Si quardi attorno e ne vede le consequenze ha poco da recriminare così anche gli altri non sono da meno dei suddetti ladri con D'Alema capo supremo e la bindi mastino di difesa con tutta la magistratura al soldo della casta della sinistra e i soldi dei Ds o pci non te li dà perché sono nella sua cassaforte dell'ente in cui la finanza non può guardaci dentro per decreto mentre a noi ci conta i peli sui m....i che splendono al sole come i ns debiti che si vedono subito mentre i loro sono spalmati in altri conti che ci fanno pagare a noi siamo ormai nella merda più alta e loro remano contro tanto sono sicuri di ritornare ad essere i primi e gli intoccabili alla faccia di noi citrulli del volgo peduncolare amen.

    Report

    Rispondi

  • Tobyyy

    29 Gennaio 2014 - 21:09

    Esistono forse ladri più ladri dei comunisti ? Non vi basta cosa hanno fatto pubblicamente al Monte Paschi di Siena, morto defenestrato compreso.......? Tanto, questi signori delinquenti, hanno i santi togati delle procure della repubblica come protettori.....poi sparlano di Berlusconi questi zozzoni maiali comunisti....!

    Report

    Rispondi

blog