Cerca

MEDICI IN FORMAZIONE

Neurologia: diventa nazionale
la giornata dello specializzando

L’iniziativa voluta da professor Giovanni Meola per puntare l’attenzione sui giovani medici, amplia i propri orizzonti e arriva a tenersi in contemporanea in tre città: Milano, Roma e Napoli

5 Giugno 2018

0
Neurologia: diventa nazionalela giornata dello specializzando

Si è tenuta negli scorsi giorni la ‘Giornata dello specializzando in neurologia’, un appuntamento organizzato in collaborazione con le scuole di specializzazione di Milano Bicocca, Pavia, Insubria, Brescia, università Vita-Salute San Raffaele, l’università di Genova e, da quest’anno, anche le università di Torino, Novara, Verona, Modena, Bologna e Ferrara che giunge alla 7° edizione con una importante novità. A seguito del successo delle precedenti edizioni, la Società italiana di neurologia (Sin) - che ha patrocinato l’evento - ha promosso la Giornata in contemporanea in tre città italiane: sono state infatti coinvolte le suddette scuole di specialità del Nord, che si sono incontrate a Milano, gli specializzandi del Centro, che si sono incontrati a Roma presso il Policlinico Gemelli e quelli del Sud, che hanno organizzato il loro Congresso a Napoli presso il Complesso Didattico di Sant’Andrea delle Dame. “Non è più una giornata esclusivamente lombarda – ha affermato  il professor Giovanni Meola, direttore di neurologia e stroke-unit del policlinico San Donato e direttore della Scuola di specializzazione in neurologia dell’Università di Milano nonché ideatore e promotore della Giornata, che ha ottenuto il contributo non condizionato di Teva – ma un evento di portata nazionale e questo mi rende molto orgoglioso del percorso fatto finora. Si tratta ormai di una importante occasione di confronto e di crescita personale per i medici in formazione, che hanno infatti partecipato numerosi (ognuno dei tre eventi ha visto la presenza di circa un centinaio di specializzandi) con contributi di spessore, che meritano di essere valorizzati”. I giovani medici hanno infatti partecipato attivamente all’iniziativa, che, in continuità con il successo degli scorsi anni, ha voluto dare ancor più rilevanza allo specializzando, mettendolo al centro dell’incontro con una presenza attiva in tutte le diverse sessioni dell’evento, attraverso tre diverse formule di presentazione delle proprie ricerche: ‘Comunicazione orale’, ‘Poster’ o ‘Hot Topics’. “Gli specializzandi sono stati i veri protagonisti della Giornata – ha concluso Meola – e si sono dimostrati all’altezza del ruolo dato loro in questa occasione. Questo dimostra come sia importante dare consapevolezza ai giovani che intraprendono questo percorso, affinché si crei sin da ora la comunità scientifica del futuro”. (MATILDE SCUDERI)

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

media