Cerca

NUOVE NOMINE

Grünenthal Italia: Aldo Sterpone
è il nuovo AD e General Manager

Il manager, che rivestirà l’incarico in Grünenthal dal prossimo 19 giugno, ha 52 anni, è originario di Tortona (AL) e vanta un’esperienza di più di venticinque anni nel settore farmaceutico

13 Giugno 2018

0
Aldo Sterpone

Aldo Sterpone

Aldo Sterpone è il nuovo general manager e amministratore delegato di Grünenthal Italia, azienda farmaceutica specializzata nel dolore, nella gotta e nell’infiammazione. Aldo Sterpone, che ricoprirà l’incarico in Grünenthal dal prossimo 19 giugno, ha 52 anni, è originario di Tortona (AL) e vanta un’esperienza di più di venticinque anni nel settore farmaceutico, di cui ventidue in contesti internazionali. Laureato in Farmacia, Aldo Sterpone ha iniziato la sua carriera come informatore scientifico del farmaco in Dompé Farmaceutici per poi passare in Novartis e successivamente in Astra Zeneca dove, negli ultimi due anni sui dieci trascorsi in azienda, ha svolto il ruolo di VP Primary Care. Dopo un’esperienza di quattro anni in Amgen come direttore della business unit Oncologia, è passato in Roche nel 2013, prima come direttore commerciale e dal 2016 come direttore della business unit Onco-Ematologia, ruolo che lascia ora per il nuovo prestigioso incarico in Grünenthal Italia. 
 
“Siamo estremamente felici che Aldo abbia deciso di far parte della nostra Azienda -  dichiara Mark Fladrich, chief commercial officer, Grünenthal Group - sono certo che Grünenthal potrà trarre grandi benefici dalla sua vasta esperienza commerciale in diverse importanti aziende farmaceutiche, sia in Italia, sia a livello internazionale”. “Nel panorama farmaceutico internazionale, Grünenthal è oggi una delle aziende maggiormente caratterizzate da una elevata specializzazione e innovazione dei propri prodotti -  afferma Aldo Sterpone - Entrare a far parte di questo gruppo, condividerne i valori e la mission, rappresenta per me un’importante sfida, e lo faccio con lo spirito e la determinazione necessari per contribuire, in modo sano ed etico, al raggiungimento di sempre nuove opportunità di crescita per l’azienda”. (ANDREA COEN TIRELLI)

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

media