Cerca

SCLEROSI MULTIPLA

‘Brain Your Time AWARD’
premia i lavori di 6 giovani

La cerimonia di premiazione dei giovani specializzandi e specialisti, si è svolta a Bari in occasione di un evento rivolto alla comunità scientifica e dedicato a questa patologia cronica neuro-degenerativa

24 Giugno 2018

0
‘Brain Your Time AWARD’ premia i lavori di 6 giovani

Sono 6 i giovani ricercatori che a Bari hanno ricevuto il premio ‘Brain Your Time AWARD’ per la pubblicazione di articoli scientifici o poster che si sono distinti nell’ambito della gestione della sclerosi multipla. I vincitori sono Gloria Dalla Costa, Università San Raffaele, Milano (1° classificata categoria poster) e Pietro Iaffaldano, Università Aldo Moro, Bari (1° classificato categoria articolo); Federica Esposito, Ospedale San Raffaele, Milano (2° classificata categoria poster) e Shalom Haggiag, Ospedale San Camillo-Forlanini, Milano (2° classificato categoria articolo); Damiano Baroncini, ASST Valle Olona, Gallarate (3° classificato categoria poster) e Valeria Studer, C. Besta IRCCS Foundation, Milano (3° classificata categoria articolo).

Brain Your Time AWARD’ è un concorso promosso da AIM Education, con il contributo non condizionato di Novartis, dedicato a giovani specializzandi e specialisti coinvolti nella gestione della sclerosi multipla, patologia cronica neuro-degenerativa. Un comitato scientifico internazionale ha valutato in cieco i lavori presentati sulla base di originalità, interesse e complessità nonché sui seguenti parametri fondamentali: qualità del progetto; innovazione; appropriatezza diagnostico-terapeutica; ricadute scientifiche e potenziali benefici per il settore sanitario/pazienti. “L’iniziativa vuole rappresentare un segnale forte per le giovani generazioni e uno stimolo alla ricerca, al confronto multidisciplinare e alla condivisione delle problematiche legate alla gestione del paziente con sclerosi multipla – afferma la professoressa Maria Trojano, direttrice del Dipartimento di Scienze mediche di base, neuroscienze e organi di senso dell’Università di Bari – Progetti di questo tipo sono fondamentali, ancor più in un Paese come l’Italia dove spesso ricerca medica e innovazione terapeutica si trovano a scontrarsi con le reali difficoltà nel valorizzare il lavoro dei professionisti più giovani e nel far emergere le loro idee”.

“Novartis è un’azienda con una forte vocazione alla ricerca e, allo stesso tempo, una grande e costante attenzione ai pazienti. Quotidianamente impegnata nella ricerca nell’ambito delle neuroscienze, Novartis ha scritto pagine importanti nella storia di alcune malattie neurologiche tra cui la sclerosi multipla – sottolinea Alessandra Dorigo, head Business Franchise Neuroscience di Novartis – Oggi siamo fieri di aver preso parte ad un’iniziativa come Brain Your Time che valorizza e premia il lavoro di ricerca dei giovaninel nostro Paese”. Il board scientifico internazionale che ha valutato i progetti è composto da: Miriam Mattoscio, consultant neurologist, MS specialist Queen’s Hospital, BHR NHS Trust Romford, Essex; Miguel Angel Hernández Pérez, Service of Neurology, University Hospital Ntra. Sra. de Candelaria, La Laguna University, Santa Cruz de Tenerife; Stefanie Kürten, chair Institute of Anatomy and Cell Biology, Friedrich-Alexander University Erlangen-Nürnberg; Simona Bonavita, associate professor, Second Universy of Naples. (ANDREA COEN TIRELLI)

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

media