Cerca

Diretta

Sanremo, Favino-Mannoia-Baglioni, momento pro-immigrazione: scatta l'insulto del pubblico, "Siete tre..."

10 Febbraio 2018

29
Sanremo, Favino-Mannoia-Baglioni, momento pro-immigrazione: scatta l'insulto del pubblico, "Siete tre..."

Pierfrancesco Favino ha emozionato l'Ariston nella finale di Sanremo con un monologo tratto da La notte prima delle foreste di Bernard-Marie Kolthes, concluso con Mio fratello che guardi il mondo di Ivano Fossati, cantata da Fiorella Mannoia con Claudio Baglioni. Favino, seduto su una sedia, interpreta un immigrato, parla degli sbarchi, un tema di strettissima attualità.

Su Twitter si leggono soprattutto odi e complimenti, qualche critica (per Gasparri è "penoso"), ma dal pubblico in sala si sente un urlo. Lo notano tanti, tra questi Selvaggia Lucarelli, che registra il fatto su Twitter. Si sente un "Siete tre stronzi". Chi sarà stato? 

Per approfondire leggi anche: Matteo Salvini tra il pubblico in sala a Sanremo

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • BrunoTomasich

    12 Febbraio 2018 - 11:11

    Mi ha commosso Favino per le parole che mi sono state raccontate. Io stavo pensando ad altro in quel momento: ai maceratesi chiusi in casa di fronte alla gazzarra antifascista, alla sconfitta di Piacenza, alla lapide di Norma Cossetto che nel giorno del ricordo è stata profanata, alla scarsa attenzione verso le nostre città violate, ai parchi che erano della rimembranza e gli alberi trafitti, come

    Report

    Rispondi

  • STEOXXX

    11 Febbraio 2018 - 15:03

    Chiunque fosse aveva perfettamente ragione !!

    Report

    Rispondi

  • wallypanaroni

    11 Febbraio 2018 - 14:02

    sì ha ragione feltri. i ricchi si sentono superiori:ci fanno la predica sono sepolcri imbiancati

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

media