Cerca

Processo

Vanessa Incontrada ed Elenoire Casalegno in tribunale. "Ci hanno diffamato", chi le accusa

Vanessa Incontrada ed Elenoire Casalegno in tribunale.

Prima hanno accusato alcuni giornali di essersi inventati di sana pianta le loro interviste. Adesso queste donne di spettacolo si trovano accusate di diffamazione da quegli stessi giornali. Al Tribunale di Milano si sono svolte le prime udienze del processo  "False interviste" che vede coinvolti da un lato, come querelante, il gruppo Cairo (editore delle riviste Nuovo e Diva e Donna) e dall'altro, accusati di diffamazione, la trasmissione Le Iene (nelle persone del regista Davide Parenti e dell'inviato Filippo Roma, oltre all'ex direttore di Italia 1 Luca Tiraboschi) e quattro vip: Anna Tatangelo, Gigi D'Alessio, Elenoire Casalegno e Vanessa Incontrada

Nel servizio delle Iene,  il giornalista-inviato Filippo Roma aveva intervistato i due cantanti e le due showgirl che, in sostanza, avevano sostenuto di non aver mai rilasciato quelle interviste. In realtà, essendo in possesso delle registrazioni delle loro affermazioni, conservate negli archivi dei periodici, l'editore Cairo ha sporto querela per diffamazione. Belen Rodriguez è arrivata in Tribunale per deporre come testimone, in relazione ad alcune dichiarazioni che sostiene di non aver mai rilasciato e che sono confluite in un'articolo. Belen, però, non ha sporto querela per questo episodio: "Queste querele non portano mai a niente. Spesso hanno pubblicato mie interviste che non ho mai rilasciato, tutte bufale che ci mettono a disagio. In passato ho sporto querela a diversi giornali, ma è finito tutto in niente, adesso non lo faccio più perché sono stanca di spendere soldi per niente". 

Elenoire Casalegno racconta la sua esperienza: "Nel settembre 2011, dietro le quinte di un concorso di bellezza, su richiesta del mio agente ho rilasciato un'intervista a quella che pensavo essere la cronista di un quotidiano locale. Non avevo capito che invece si trattasse di una giornalista di Nuovo. Ho parlato soprattutto del concorso e ho riposto ad una domanda finale relativa agli interventi estetici, a cui non sono contraria anche se non ne ho ancora fatto ricorso. Un giornalista serio verifica se le informazioni che ha raccolto tempo prima sono ancora attuali e questo non è avvenuto. Al momento della pubblicazione, infatti, mi ero già lasciata con il mio ex compagno (chirurgo plastico) e anche per questo non avrei mai potuto pronunciare la frase riportata nel titolo". il titolo in questione era: "Il mio cruccio non è mai stato quello di farmi ritoccare dal mio ex fidanzato".

Quanto a Vanessa Incontrada, è stata querelata dal gruppo Cairo per un tweet indignato alla vista di una sua intervista (che lei dice falsa) a Il Nuovo. "L’ho scritto d’istinto, senza pensare che sono un personaggio pubblico, perché io mi considero semplicemente Vanessa. Sul momento non ho dato peso a quel gesto e ho capito la gravità della cosa solo quando sono stata querelata".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog