Cerca

Il mercato delle ospitate

Tutti i cachet dei programmi tv. Giornalisti e politici: quanto guadagnano

Tutti i cachet dei programmi tv. Giornalisti e politici: quanto guadagnano

Programma tv che vai, gettone che trovi. Uno dei tormentoni del telespettatore medio è interrogarsi su se e quanto siano pagati gli ospiti nello studio del programma che si sta guardando. A svelare qualche retroscena ci ha pensato un articolo del quotidiano La Notizia che ha preso in esame i cachet pagati per le ospitate in diverse trasmissioni televisive, soprattutto talk show e programmi di infotainment sportivo. Un giro di "rimborsi" e cachet che riguarda personaggi dello spettacolo e anche qualche giornalista e politico, anche se per la maggior parte partecipano ai programmi gratuitamente.

I più ricchi - A pagare meglio di tutti la presenza in tv è Mediaset, che per esempio ha sborsato 20mila euro per ogni partecipazione di Claudio Amendola al Grande Fratello o 5mila per avere Vladimir Luxuria. Un po' meno quotati Alba Parietti e l'opinionista Giampiero Mughini, habitueé anche di Tiki Taka, che incassano tra i 1500 e i 2000 euro a presenza. Sulle stesse cifre viaggiano altri ospiti frequenti nel programma di Pierluigi Pardo, vedi Melissa Satta e Giuseppe Cruciani. Proprio il conduttore della Zanzara potrebbe presto veder aumentare le sue quotazioni se dovesse accettare l'avventura a Ballando con le stelle. Cifre più contenute a Mattino 5, dove si oscilla tra le 500 e le 2000 euro.

I più poveri - Le ospitate in Rai sono un affare meno succulento per chi frequenta gli studi della tv pubblica. Al Processo del lunedì la più pagata sarebbe stata Mara Maionchi, il cui compenso però non è noto. Ma non se la passa male neanche l'onnisciente Andrea Scanzi del Fatto quotidiano, che per ogni apparizione ha intasca tra le 1000 e le 1500 euro. Non sempre però viale Mazzini riconosce un gettone di presenza, quando c'è di norma non va oltre le 500 euro, fatta eccezione per chi si presta a fare il giudice in programmi come Ballando o Tale e Quale: per personaggi come Zazzaroni, Lippi, Goggi e Proietti i cachet salgono.

Visibilità - I più sfortunati sono gli ospiti dei programmi di La7, con le dovute eccezioni. Chi viene chiamato per partecipare alle levatacce di Omnibus, o a Coffe Break, oppure l'Aria che tira, il compenso sarà solo un ricco pacco di visibilità. Solo per qualcuno viene previsto il rimborso del taxi. Certo non tutti sono così bistrattati. A coccolare i suoi ospiti ci pensa per esempio Lilli Gruber che mantiene un giro fisso di ospiti sin dall'inizio della stagione, vedi Damilano, Cacciari, Travaglio e il solito onnisciente Scanzi. Con loro concorda un pagamento forfettario con tanto di contratto.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • ferrante53

    14 Maggio 2016 - 08:08

    Oltre a dire cazzate e scarsissima competenza li paghiamo pure ma è assurdo vale il detto "siamo in Italia"

    Report

    Rispondi

  • babbone

    30 Gennaio 2016 - 17:05

    fate veramente schifo. vi auguro nosboccodesangue a tutti.

    Report

    Rispondi

  • aifide

    30 Gennaio 2016 - 10:10

    Vergogna! E poi si negano le pensioni a chi ha lavorato per 40 anni! Ladri! Ma presto pagherete e non i soldi per quello che avete rubato!

    Report

    Rispondi

  • irucangy

    30 Gennaio 2016 - 09:09

    Questa roba e' una infamia. Un pugno in faccia ai milioni di cittadini che tirano la carretta e che ora devono pagare pure un canone in bolletta per pagare stipendi milionari, sanremo, cachet a gente che non meriterebbe neanche un ghello, e tutto questo per farci fare il lavaggio del cervello sul lider maximo Renzi e sulle magnificenze del fogno europeo...

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti