Cerca

cronaca

Monza: associazione di finta beneficenza, due arresti

22 Gennaio 2019

0

Milano, 22 gen. (AdnKronos) - Fingevano di raccogliere soldi per associazioni di beneficenza, ma poi li spendevano per scopi personali o nelle sale slot. La Guardia di finanza di Monza ha arrestato due persone, residenti in provincia di Monza e Brianza, indagate per associazione a delinquere, truffa e sostituzione di persona. Gli arrestati, ora agli arresti domiciliari e già noti per vicende di falso e truffa, secondo gli inquirenti erano a capo di una organizzazione criminale finalizzata alla truffa nel settore delle false associazioni benefiche, cui hanno partecipato altre 36 persone indagate nell’operazione denominata 'Cuore falso'.

I militari hanno iniziato le indagini nel 2016 a seguito di alcune segnalazioni e hanno individuato una falsa associazione benefica con sede a Limbiate, in provincia di Monza e Brianza. Nella sede la Guardia di finanza ha sequestrato tesserini falsi di associazioni assistenziali, opuscoli informativi e blocchetti di ricevute per il denaro raccolto. Alcuni responsabili di enti benefici reali hanno riconosciuto tra gli indagati qualche ex socio o volontario, che hanno denunciato per truffa per aver indebitamente raccolto somme di denaro senza autorizzazione. I proventi illeciti della falsa beneficenza ammontano a oltre 110mila euro.

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

media