Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Banche, la clamorosa truffa ai contribuenti: dividendi, scandalo fiscale internazionale

Giulio Bucchi
  • a
  • a
  • a

Una maxi-frode ai danni del Fisco (e dei contribuenti). Le banche europee sono nella bufera, accusate di aver incassato miliardi di dividendi senza aver pagato le tasse dovute e anzi chiedendo addirittura il rimborso per imposte mai pagate. Secondo il prestigioso quotidiano francese Le Monde, i miliardi sottratti sarebbero 55 tra Francia (coinvolte Bnp Paribas, Société Générale e una filiale del Crédit Agricole), Danimarca, Austria, Svizzera, Belgio, Spagna (Santander), Italia (per 4,5 miliardi) e soprattutto Germania (buco fiscale per 31,8 miliardi), con Hvb e Deutsche Bank nel mirino.  Leggi anche: L'allarme della polizia, così ti rubano le password della banca La truffa era nel suo genere geniale: si parte, spiega il Giornale, con "una pratica di elusione fiscale chiamata anche arbitrato sui dividendi". Il titolare delle azioni, poco prima del pagamento della cedola, le cede a un soggetto residente all'estero in un Paese in cui i dividendi non sono tassati "in base a una convenzione tra i due Stati coinvolti", evitando così di versare le imposte, poi i titoli vengono girati di nuovo al "legittimo proprietario". Pratica borderdline a cui le banche hanno aggiunto un passo successivo, illegale, che permette loro attraverso un terzo soggetto che copra le azioni dall'"intermediario" di chiedere il rimborso dell'imposta in quanto straniero. 

Dai blog