Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

12 borse studio ai migliori progetti sostenibili della Parthenope

default_image

AdnKronos
  • a
  • a
  • a

Napoli, 12 dic. - (Adnkronos) - Sono 76 gli studenti coinvolti e 19 i progetti inviati dagli studenti dell'Università Parthenope a Kuwait Petroleum Italia nell'ambito del progetto “Energie per Napoli”. I migliori verranno selezionati e avranno la possibilità di vincere 12 borse di studio. Si terrà il 16 dicembre a Palazzo Pacanowski nella sala Consiliare, in via Generale Parisi 13, la premiazione delle migliori tre idee che potranno contribuire a uno sviluppo sostenibile nei settori trasporti, energia e turismo per la città di Napoli. Durante la mattinata, saranno selezionati 10 gruppi, composti da 4 studenti, invitati alla presentazione il 16 dicembre. Nell'occasione saranno scelti e premiati i primi 3 gruppi, con 12 studenti vincitori che beneficeranno di una borsa di studio del valore di 500 euro, messa a disposizione dalla Kuwait Petroleum Italia. L'iniziativa, sposata dalla Parthenope e promossa dalla Kuwait Petroleum Italia, si inserisce nel più ampio progetto “Energie per Napoli”, che si pone l'obiettivo di sostenere ed implementare interventi in favore del territorio partenopeo. In tal senso il confronto con i ragazzi e con le loro proposte per il territorio rappresenta un importante momento di ascolto delle giovani energie della città. Saranno presenti alla premiazione il Magnifico Rettore, Alberto Carotenuto, il direttore Hr e Relazioni Esterne Kuwait Petroleum Italia, Livio Livi, Luigi Moschera, prorettore alla Terza Missione Università Parthenope, Paolo Popoli, delegato del Rettore al Placement Università Parthenope, il presidente della Confcommercio di Napoli, Massimo Vernetti.I Dipartimenti coinvolti nell'iniziativa sono Economia, Giurisprudenza, Ingegneria e Scienze e Tecnologie. “Siamo lieti che il progetto 'Energie per Napoli' sia stato accolto con tale entusiasmo dai numerosi ragazzi che hanno voluto presentare interessanti idee innovative e sostenibili per la loro città" commenta Giuseppe Zappalà amministratore delegato Kuwait Petroleum Italia. L'obiettivo, spiega Zappalà, "è quello di continuare in questo percorso di realizzazione di attività volte alla crescita sociale, culturale, tecnologica ed economica del territorio partenopeo, al quale l'azienda è particolarmente legata”. “Il progetto ‘Energie per Napoli' è di grande interesse perché coinvolge le migliori energie del territorio che sono i giovani e li induce a mettersi alla prova, con l'intento di rendere la propria città maggiormente competitiva nei settori strategici del turismo, dello sviluppo sostenibile e dei trasporti. Una occasione per rendere gli studenti protagonisti e che rientra perfettamente negli obiettivi che promuove l'Ateneo nell'ambito della Terza Missione" afferma il rettore Alberto Carotenuto.

Dai blog