Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Papa Francesco, altro attacco alla tradizione: Lourdes nel mirino, "commissariati" i miracoli

Davide Locano
  • a
  • a
  • a

Ora nel mirino di Papa Francesco ci finisce anche il santuario mariano di Lourdes, dove ha deciso di inviare un suo delegato di fiducia "per la cura dei pellegrini". L'incarico è stato affidato a monsignor Antoine Hérouard, vescovo ausiliare di Lille. L'annuncio è stato dato giovedì 6 giugno dall'arcivescovo Rino Fisichella, presidente del Pontificio consiglio per la Nuova Evangelizzazione, il dicastero che da due anni ha ricevuto da Bergoglio l'incarico di valorizzare la pastorale dei santuari. Certo, a livello ufficiale non si può parlare di un vero e proprio "commissariamento" del famoso santuario delle apparizione mariane, che ogni anno è meta di pellegrinaggio per i fedeli di tutto il mondo. Ma la mossa di Papa Francesco, a un commissariamento, ci assomiglia molto. Anzi moltissimo. Leggi anche: Antonio Socci: gli strani silenzi sul comunismo di Papa Francesco Nel mirino del Pontefice ci finiscono gli eccessi nel "business" legato a Lourdes e il fatto che, da qualche anno a questa parte, si registri un calo dei pellegrini in visita. "La decisione è in linea con quella già presa nel 2017 per Medjugorje - fa sapere Andrea Tornielli, direttore editoriale dei media della Santa Sede -: Papa Francesco tiene in modo particolare alla cura dei pellegrini e desidera che i centri di devozione mariana diventino sempre di più un luogo di preghiera e di testimonianza cristiana corrispondenti alle esigenze del popolo di Dio. Questo si legge nella lettera che il Pontefice ha inviato a monsignor Antoine Hérouard, vescovo ausiliare di Lille, comunicandogli la decisione di nominarlo delegato ad nutum Sanctae Sedis (cioè a disposizione della Santa Sede) per il santuario di Lourdes", conclude Tornielli.

Dai blog