Cerca

Carenza delle forniture

Coronavirus, come sono ridotti i medici di Wuhan: pannolone al posto delle mascherine, condizioni disumane

14 Febbraio 2020

0
Coronavirus

Wuhan è l'epicentro del coronavirus ed è quindi la città metropolitana più in difficoltà nel fronteggiare l'epidemia. Anche perché i contagi iniziano ad essere tanti tra il personale sanitario: 1716 a fronte di 6 morti, a partire da quella di Li Wenliang, il dottore che era stato uno dei primi a dare l'allarme a fine dicembre ed a denunciare le difficili condizioni di chi è in prima linea per tenere a bada l'emergenza. La carenza di forniture mediche si fa sempre più preoccupante: le mascherine sono insufficienti, così come le tute protettive. Di conseguenza il personale ospedaliero di Wuhan è in balia della contaminazione da coronavirus: molti sono costretti a lavorare con il pannolone perché non possono andare in bagno durante il servizio, non avendo sufficienti tute da poter cambiare. A confermarlo è la commissione sanitaria della Cina: delle 59900 tute necessarie ogni giorno, il personale sanitario di Wuhan ne hanno appena 18500.

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Coronavirus, controlli a Casalpusterlengo: ritardi nei treni a Milano

Coronavirus, Beppe Sala: "Rispettate le regole e niente corse ai supermercati per accaparrarsi cibo"
Coronavirus, Franco Bechis contro Giuseppe Conte & Co: "Cosa diceva il premier, chi sono i veri sciacalli"
Coronavirus, la risposta dei ragazzi veneti alla giornalista: "Paura? No, noi abbiamo l'alcol. Ci proteggerà"

media