Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Joe Biden, l'insediamento: Kamala Harris scortata da Eugene Goodman, il volto della resistenza del 6 gennaio

  • a
  • a
  • a

"È un nuovo giorno per l'America", ha twittato Joe Biden nel giorno del suo insediamento alla Casa Bianca, a Washington, oggi mercoledì 20 gennaio. Giorno in cui pesa e si fa notare l'assenza, senza precedenti, di Donald Trump e della moglie Melania, in volo sull'Air Force One verso Mar-a-Lago, la residenza in Florida (presenta alla cerimonia il vicepresidente uscente, Mike Pence). "È stato un onore e un privilegio essere il vostro presidente", ha affermato il presidente uscente nel suo discorso di addio dalla base di St. Andrews. E ancora: Abbiamo fatto tanto, sono stati 4 anni incredibili. Abbiamo sviluppato in pochi mesi un vaccino contro il Covid, un miracolo. Abbiamo tagliato le tasse e centrato molti obiettivi. Abbiamo il più grande Paese e la più grande economia del mondo", ha rimarcato.

Dunque, Trump ha aggiunto che "continueremo  a lottare sempre per voi. Vi amo. Ritorneremo in qualche modo. Ci rivedremo presto. Auguro grande fortuna e successo alla nuova amministrazione". Una sorta di promessa, un poco "belligerante": il tycoon tornerà, in qualche modo. Si nota inoltre come The Donald non abbia mai nominato Biden nel suo intervento. E si apprende anche che Trump, riferisce la Cnn che cita fonti vicinissime al presidente uscente, avrebbe ignorato il discorso che i suoi assistenti avevano preparato per lui in vista dell'evento di saluto alla base.

Joe e Jill Biden sono arrivati a Capito Hill per l'inaugurazione alle 16.29, la first lady con un elegantissimo completo cobalto. Insieme a loro anche Kamala Harris, la vicepresidente, scortata da Eugene Goodman. Un nome, quest'ultimo, dall'alto significato simbolico: si tratta infatti dell'ufficiale di polizia diventato il volto della resistenza dello scorso 6 gennaio, giorno in cui si consumò l'assalto al Congresso.

Nel frattempo, Biden ha incassato le prime aperture per un lavoro collegiale al Congresso. infatti 17 nuovi deputati repubblicani gli hanno scritto una lettera dicendosi pronti a collaborare con lui. "Crediamo fermamente che ciò che ci unisce come americani sia più grande di qualsiasi altra cosa che ci divide", si legge nella lettera inviata dalla deputata texana Beth Van Duyne e firmata da altri suoi 16 colleghi. "In questo spirito speriamo di poter elevarci al di sopra della battaglia di parte per negoziare un cambiamento significativo per gli americani nella nazione e mantenere gli Stati Uniti come il Paese migliore del mondo", hanno aggiunto. Anche Barack Obama ha espresso la sua vicinanza al neo-presidente: "Congratulazioni al mio amico, il presidente Joe Biden! Questo è il tuo momento", ha twittato Obama.

Dai blog