Cerca
Logo
Cerca
+

Un fiume di lettere per Selvaggia:leggi le dichiarazioni d'amore...

Andrea Tempestini
  • a
  • a
  • a

Una pioggia di lettere. Un esercito di ammiratori che si cimentano nell'arte della scrittura. Obiettivo? Conquistare Selvaggia Lucarelli: le manca un principe azzurro... E' il gioco dell'estate di Libero. Chiunque può partecipare. Basta scrivere la lettera d'amore "selvaggio" a [email protected] Le missive più belle, passionali e originali verranno pubblicate sul nostro sito e sul quotidiano in edicola (già nell'edizione di oggi, giovedì 1 agosto, ne potete leggere molteplici). Di seguito, una selezione delle lettere... Sei la più bella, mi fai  palpitare Cara selvaggia, non essere triste perché non capita! Penso che gli «uomini» che ti conoscono non hanno capito nulla di te! Tu sei fine e con uno sguardo penetrante, due magnifici occhi da cui traspare tutto il tuo animo sensibile e anche dolce! Occhi che ti ipnotizzano e di cui si vorrebbe essere osservati. Hai un viso stupendo, di cui un uomo, quando e se l'incontrasse, vorrebbe non farne più a meno! Sei tu e solo tu l'unica, intrigante e la più bella e mi fai battere il cuore! Un tenero e sensuale bacino. Dr. M.A. e.mail Comunque vada, sarai mia... Selvaggia! In un modo o in un altro, mia sarai. A me non si resiste, perché come faccio l'amore io, modestamente, non lo fa nessuno... La continuazione la puoi vedere ne: «L'uomo delle Stelle», di Tornatore. Ti aspetto in Sicilia.  Giovanni e.mail Sei un fiore, troppo per me Selvaggia carissima, sono un comunista che legge Libero perché non sopporto il Partito di Fazio e affini. Non aggiungo altro, ci siamo capiti. Ogni volta che ho letto gli articoli, ti ho immaginato irsuta, ma attraente, insomma una compagna bona, come lo era Lucia Annunziata ai tempi del Pdup (Commissione scuola nazionale). Ho sperato: magari non lo dice, ma è una dei nostri.  Vedi, le ricorrenti sconfitte ci hanno inculcato, sia pure a forza, il senso della misura, del limite. Come può un maratoneta, ciclofondista, organizzatore di un Festival di musica da camera sul Lago Arvo (Sila)che vede al massimo 40 spettatori (gratis) a concerto insidiare  tale fiore? Al massimo posso offrirti il concerto pomeridiano fiorentino alla Pergola. Ti auguro buona fortuna, lo troverai un vero uomo, c'è tempo. Sei entrata nel  Pantheon degli irrinunciabili: Bordin, Di Michele, Mariarosa Mancuso, Maurizio Milani. Dici niente. Grazie di cuore, Selvà.  Cesare e.mail Non conta  solo il fisico Cara Selvaggia, posto che scrivere una lettera d'amore ad una persona che non conosci denota una profonda solitudine sentimentale e sessuale, posso dirti che sicuramente ammiro molto il tuo stile di scrittura, con i tuoi paragoni improbabili e grotteschi, ma che rendono perfettamente l'idea. Sarebbe simpatico fare a gara a scrivere e commentare le gigantesche boiate contemporanee. Fisicamente, su di me, la penso come Dustin Hoffman: se fossi una donna e incontrassi me stesso, non lo cagherei; l'autostima non è mai stata il mio forte, perché non sono alto 1.90, ho il fisico da stronzo di Riace ed ho sempre fatto l'imprenditore solo nel senso che, pur avendo studiato, l'ho sempre impresa nel... vabbé abbiamo capito. Tuttavia, a differenza di molti deficienti che puntano alla quantità, posso annoverare fra le mie conquiste delle ragazze intelligenti e molto belle. Quelle che «percepiscono» certe doti (sensibilità, romanticismo, sapersi prendere in giro, empatia verso gli altri, intelligenza, generosità) sono  pochissime, anche perché il primo approccio è sempre quello fisico. Tu sei molto affascinante ed io sono l'uomo da sposare, anche se il marito ideale è sempre scapolo...  Angelo Catalano e.mail Così ti farei sentire donna Come si può corteggiare una donna che non si conosce, senza essere drammaticamente scontati, pateticamente melensi, immancabilmente banali? Per corteggiare una persona occorre incontrarla, guardarla negli occhi, scoprire il suo mondo, accorgersi di essere curiosi riguardo a lei. Allora si può tentare di conquistarla. Io ti chiederei dei tuoi interessi, ti ascolterei prima di tutto. Ogni tanto magari direi anche qualcosa di me, perché non è bene essere troppo misteriosi. Ma soprattutto ti lascerei parlare e avrei così la conferma che non sei solo una bellissima donna, ma anche una persona interessante e intelligente, come si capisce già dalle cose che scrivi. E poi, solo a quel punto, potrei espormi, e dirti le sensazioni che mi dai quando ti vedo. E quanto è bello prenderti la mano. E che a quel punto c'è una tale sintonia che mi sembra di conoscerti da sempre. Per poi dimostrarti che potrei farti sentire donna, e farti stare bene. Ma solo a questo punto potrei dirlo: esporsi così subito, secondo me, sarebbe solo ridicolo.  Romolo Luciani e.mail  Latinoamericani e ballo liscio Ciao Selvaggia, già il tuo nome mi piace. Ho più di 50 anni, diciamo che ne dimostro 55, così dicono la mie amiche. Tu sei il tipo di donna che amerei con tutto me stesso. Se ne avessi l'occasione, oltre la cena  in un posticino anonimo,  senza sfarzo, ma  allo stesso tempo meraviglioso, vorrei terminare la serata assieme in un locale all'aperto - zona Brescia - dove si balla (liscio, latino americani). Sarei in grado si  farti divertire, ma soprattutto vedrei da vicino il tuo splendido sorriso! Potrei godermi la tua femminilità non comune, sono certo che conversare con te sarebbe piacevole, ed il solo fatto di poter guardarti negli occhi ed odorare il tuo profumo di femmina, sarebbe il massimo. Luigi D. e.mail Corteggiarti con la musica Ciao Selvaggia, ti dico subito che non so scrivere, sono musicista ma sono capace di corteggiarti suonando la chitarra, anche se suono il contrabbasso. Ho iniziato a leggere i tuoi articoli... Beh, sono rimasto incantato, a parte i tuoi occhi e il tuo sorriso... meravigliosi... Un bacio sul tuo bel viso. PS.  Non mi piace la volgarità. Francesco e.mail

Dai blog