Cerca

Il diario di Maurizio Costanzo

La crisi politica in tv ci ha preparato alla prossima assemblea condominale

12 Settembre 2019

0
Maurizio Costanzo

Abbiamo seguito, giorno per giorno, moltissime ore di televisione che raccontavano gli sviluppi della crisi politica e, poi, i discorsi per la fiducia, alla Camera e al Senato. Ci siamo talmente impratichiti di questi modi di approcciare l’avversario nella liturgia di queste importanti cerimonie, che siamo pronti, direi prontissimi, alla prossima assemblea condominiale, a fare una gran bella figura col ragioniere del terzo piano, che sembra esser sempre lui quello che ha l’ultima parola. Devo dire che, negli anni, i giornalisti televisivi che si occupano di politica, in Rai come in Mediaset o a La7, sono diventati proprio bravi a farci vivere le atmosfere, come se fossimo lì.

di Maurizio Costanzo

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

"Non è normale che sia normale”, la campagna di sensibilizzazione della Carfagna è già diventata una canzone

Donald Tusk: "La Lega nel Ppe? Ho molta immaginazione ma ci sono dei limiti"
Mes, Matteo Salvini smaschera il patto: "Salvare le banche, sì. Quelle tedesche e francesi"
Giuseppe Conte e il "sovranismo da operetta". Cosa diceva qualche mese fa

media