Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

La rivoluzione di Papa Francesco:"L'Eucarestia ai divorziati"

Papa Francesco

Il pontefice ha incaricato il ministro vaticano per la famiglia di elaborare un documento per agevolare la pratica cristiana a chi ha un matrimonio fallito alle spalle

Nicoletta Orlandi Posti
  • a
  • a
  • a

La rivoluzione di Papa Francesco continua. Dopo aver fatto capire che è sua intenzione smantellare la potente banca vaticana, lo Ior, (prima di lui ci aveva provato Giovanni Paolo I, ma non ha fatto in tempo), il pontefice adesso sarebbe intenzionato anche a voler dare l'Eucarestia anche ai divorziati. Secondo quanto riferisce Repubblica avrebbe incaricato monsignor Vincenzo Paglia, capo del ministero vaticano per la famiglia, di elaborare un documento a favore di tutti quei nuclei che hanno perso l'unità per divorzi o separazioni. A sollecitare Papa Francesco su questo annoso problema erano stati i vescovi durante l'udienza di sabato scorso. Del resto la Chiesa è ferma al 1994, quando fu il cardinale Joseph Ratzinger a stroncare ogni tentativo di conciliazione. Nella lettera ai vescovi aveva riaffermato la non ammissibilità a ricevere la comunione da parte dei divorziati: "Fedele alla parola di Gesù Cristo", aveva scritto, "la Chiesa afferma di non poter riconoscere come valida la nuova unione, se era valido il precedente matrimonio. Se i divorziati si sono risposati civilmente, essi si trovano in una situazione che oggettivamente contrasta con la legge di Dio". Da parte sua Bergoglio, quando ancora era arcivescovo di Buenos Aires, aveva scritto un vademecum per l'accesso ai sacramenti nel quale si mostrava più condiscendente verso la possibilità che i divorziati risposati si accostino alla comunione. La strada che percorrerà la Chiesa, secondo il retroscena di Repubblica, sarà quello di valutare caso per caso rendendo più facile l'annullamento delle prime nozze. Nullo il primo matrimonio i cristiani posso tornare a praticare ed essere ammessi all'Eucarestia. Il Vaticano però si è affrettato a rettificare. Con una nota ufficiale diffusa oggi dalla sala stampa vaticana, il Pontificio consiglio ha detto: “Non c'è fondamento alcuno in merito alla notizia, diffusa da alcuni organi di stampa, che sia in preparazione un documento sulla comunione ai divorziati risposati”. 

Dai blog