Cerca

Lo sfogo rabbioso

Omicidio Macerata, la madre di Pamela Mastropietro: "L'assassino deve morire soffrendo e lentamente"

1 Febbraio 2018

2
Omicidio Macerata, la madre di Pamela Mastropietro: "L'assassino deve morire soffrendo e lentamente"

Ammazzata. Forse crepata di overdose. Poi fatta a pezzi e messa in due valigie, pare da uno spacciatore nigeriano con diversi precedenti, irregolare in Italia. È la terrificante vicenda che arriva da Macerata e che sconvolge l'Italia: la vittima aveva 18 anni, si chiamava Pamela Mastropietro, era scomparsa lo scorso lunedì da una comunità di tossicodipendenti. Mercoledì il ritrovamento, nella campagna di Pollenza. Uno dei delitti più atroci degli ultimi anni.

E ora arriva lo sfogo, straziante e durissimo, della madre della 18enne. La donna ha scelto la pagina Facebook della figlia per esprimere la sua rabbia e il suo dolore: "Spero e prego che giustizia sia fatta. Quello che le hanno fatto è indescrivibile e così crudele che spero di vederli soffrire lentamente fino alla morte. Ti amo...tua mamma". Un messaggio che ha ricevuto molti commenti e cuori rossi, in segno di solidarietà.

Nel frattempo, il nigeriano è stato fermato dalla polizia. A compromettere la situazione di Innocent Oseghale, questo il suo nome, le immagini delle telecamere della zona. Dai video si è potuto riscontrare che la 18enne era ancora in vita nelle giornate del 29 e del 30 mattina. Da lì si è ricostruita la sequenza temporale degli spostamenti della giovane, le cui tracce, nella tarda mattinata del 30 gennaio si perdevano in via Spalato, a Macerata. Il nigeriano, 29 anni, continua a dirsi innocente. Ma ad aggravare la sua posizione anche il fatto che risulta essere l'ultimo ad avere avuto contatti con la vittima.

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • indignata.it

    02 Febbraio 2018 - 09:09

    CARA SIGNORA, QUI NON AVRA' GIUSTIZIA, PURTROPPO ! LA SUA BAMBINA E' STATA MASSACRATA, E QUELLA BESTIA MERITA LA MORTE.MA NOI ABBIAMO GIUDICI COMPRENSIVI, I RADICALI, PSICOLOGI, AVVOCATI PAGATI DA NOI, IN CARCERE VERRA' GUARDATO A VISTA PER EVITARE CHE LI' ABBIA LA PENA CHE NON GLI DARANNO I TRIBUNALI. SE MAI VERRA' CONDANNATO AVRA' PREMI E SCONTI DI PENA ! SIA FORTE SIGNORA, PREGHERO' PER LEI

    Report

    Rispondi

    • cane sciolto

      03 Febbraio 2018 - 18:06

      X prima cosa mi rivolgo ai genitori della ragazza dove esprimo le mie più sincere condoglianze! aggiungerei che sono pienamente d'accordo con quanto scritto da indignata.it, ora vorrei fare una domanda ai Giudici di questo caso, ossia: come e a che titolo abitava in un appartamento pare di una zona benestante? non avendo il permesso di soggiorno! aveva un regolare contratto di affitto? chi pagava?

      Report

      Rispondi

media