Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Pamela Mastropietro, il sospetto dello zio: "Perché il trolley coi suoi resti sul ciglio della strada?"

Matteo Legnani
  • a
  • a
  • a

"Perchè se i responsabili dell'omicidio di Pamela volevano occultare il cadavere hanno poi abbandonato i trolley con i suoi resti sul ciglio della strada, dove chiunque li poteva vedere?". A chiederselo, in un articolo sul quotidiano Il Giornale, è l'avvocato Marco Valerio Verni, legale della famiglia Mastropietro e zio di Pamela, la ragazza uccisa e fatta a pezzi a Macerata, per l'omicidio della quale sono indagati tre immigrati nigeriani. E ancora, l'avvocato si chiede se "Oseghale li ha lasciati lì perchè qualcun altro sarebbe dovuto passare a prenderli e poi così non è stato? Oppure, si tratta di un avvertimento a qualcuno? E nel caso, a chi?". Domande che suggeriscono il sospetto da parte di Verni che in realtà la vicenda non sia chiusa qui per quanto riguarda il numero di persone coinvolte, e che ci siano altre persone che quantomeno erano informate di quel che è accaduto in quell'appartamento di Macerata. Leggi anche: Pamela, i dettagli della seconda autopsia: colpita alla testa, addome squarciato

Dai blog