Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Ponte Morandi, Atlantia (Benetton): "L'annuncio del governo può causare riflessi sugli azionisti"

Cristina Agostini
  • a
  • a
  • a

Atlantia, società che controlla Autostrade (il cui principale azionista è Benetton), è intervenuta dopo l'annuncio del governo dell'avvio di una procedura per la revoca della concessione in seguito al disastro del crollo del Ponte Morandi a Genova: "E' stato effettuato in carenza di qualsiasi previa contestazione specifica alla concessionaria e in assenza di accertamenti circa le effettive cause dell'accaduto". Leggi anche: "Ponte crollato, ora i Benetton...". Salvini, la ruspa su Autostrade Le modalità dell'annuncio, ha scritto la società in una nota, "possono determinare riflessi per gli azionisti e gli obbligazionisti della società". "Anche nell'ipotesi di revoca o decadenza della concessione, secondo le norme e procedure nella stessa disciplinate - ha sottolineato Atlantia - spetta comunque alla concessionaria il riconoscimento del valore residuo della concessione, dedotte le eventuali penali se ed in quanto applicabili". La società ha aggiunto che "continuerà a supportare la controllata Autostrade per l'Italia nelle interlocuzioni con le istituzioni in questa delicata fase avendo riguardo anche alla tutela dei propri azionisti ed obbligazionisti con una corretta e tempestiva informazione al mercato".

Dai blog