Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Papa Francesco, il giorno del giudizio: abusi, la tesissima riunione da cui dipende il futuro della Chiesa

Caterina Spinelli
  • a
  • a
  • a

Papa Francesco è pronto ad affrontare lo scandalo pedofilia che ha travolto il Vaticano. Non a caso è stata indetta, dallo stesso Bergoglio, una riunione che si terrà dal 21 al 24 febbraio 2019 e che vedrà la presenza dei presidenti delle Conferenze Episcopali della Chiesa Cattolica di tutto il mondo. Un incontro volto a parlare "degli abusi sui minori e sugli adulti vulnerabili". A riferirlo è la vice direttrice della Sala Stampa vaticana, Paloma Garcia Ovejero.  Leggi anche: Papa Francesco fa i nomi degli eliminati dal Consiglio dei cardinali Durante la 26esima riunione con il Consiglio dei 9, i clericali hanno discusso con il Santo padre "il tema degli abusi e steso un comunicato già diffuso dalla Sala Stampa della Santa Sede lo scorso 10 ottobre". Una questione, questa, che coinvolge lo stesso C9, dal quale molto probabilmente verranno espulsi i già non presenti George Pell, Francisco Javier Errazuriz e Laurent Monsengwo Pasinya, coinvolti tutti in scandali non proprio pertinenti alle attività ecclesiastiche.  Leggi anche: Il Vaticano travolto dagli scandali, questa volta è una lobby gay Solo dopo aver trattato il tema più problematico, il Consiglio ha discusso la bozza sulla Costituzione Apostolica della Curia romana, che prende per ora il titolo di Praedicate Evangelium. Ma sarà la prossima riunione del 10, 11, 12 dicembre a decretare la sorte della composizione del C9, al quale parteciperanno tutti e nove i cardinali. 

Dai blog