Cerca

sospetti

Prato, cosa sapeva il marito della prof incinta dell'allievo: il timore sull'affido del bimbo

12 Marzo 2019

2
Prato, il marito dell'infermiera forse sapeva tutto e ora teme per l'affidamento del "figlio"

Sta facendo scalpore in tutta Italia la vicenda della prof-infermiera di Prato che dalla relazione clandestina con l’allievo 14enne ha messo al mondo anche il figlio, ora di 5 mesi. La conferma definitiva è arrivata dal test del DNA. Il padre del bambino è il minore, all’epoca del concepimento addirittura 13enne. Ma il mistero si infittisce ancora di più: il marito della donna forse era al corrente della relazione e, probabilmente, aveva anche capito di non essere il vero padre del bambino.

Nonostante avesse già questo sentore, non si può dire che abbia accettato il risultato dell’esame con leggerezza. L’uomo, infatti, teme un’azione legale da parte della famiglia del ragazzino che potrebbe togliergli il "figlio". Come riporta il Corriere però, dato che il ragazzino non ha ancora 16 anni sarà il tribunale dei minori a decidere sulla potestà del piccolo. È certo che il marito dell’infermiera, pur sapendo di non essere il padre naturale, ieri sera davanti agli inquirenti che lo hanno interrogato ha detto: "E adesso che cosa succede, rischio di perdere 'mio figlio'?".

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • kennedy99

    13 Marzo 2019 - 20:08

    l'importante in tutta questa storia che il nascituro venga allevato con amore dalla madre. il tribunale dei minori poi deciderà sul padre. per la mia modesta opinione il bambino deve stare con la madre. per quanto riguarda la violenza per mè non cè stata nessuna violenza. chi dice questo è solo un falso moralista.

    Report

    Rispondi

  • gig50

    12 Marzo 2019 - 18:06

    E' il caso di dire "Becco e bastonato"!!

    Report

    Rispondi

media